Spalletti: "Anche senza Messi il Barcellona è forte, ma non dobbiamo avere paura"

Spalletti: “Anche senza Messi il Barcellona è forte, ma non dobbiamo avere paura”


Spalletti, alla vigilia del big match europeo contro il Barcellona , ha parlato a tutto tondo nella consueta conferenza pre partita. Il tecnico di Certaldo potrebbe anche essere aperto a varianti tattiche per coprire le defezioni.

DOVREMO FARE LA PARTITA PERFETTA, MA…

Spalletti ha dichiarato: “Le assenze del Barcellona, come le nostre, sono pesanti, ma io non farei un discorso sull’essere favoriti o meno. Loro hanno talento in tutte le zone del campo, è una delle squadre migliori al mondo. Messi è un giocatore che riesce sempre a sorprenderti, la sua assenza peserà ovviamente, ma non dovremo gioirne eccessivamente. Noi dobbiamo essere una squadra di grande livello, di grande spessore, che non diventa succube dell’avversario che va a portare il discorso sul credere di avere delle possibilità, come si fa in questo lavoro. Sarà sicuramente più facile senza Messi. Noi dobbiamo essere fiduciosi, avere tanta consapevolezza e autostima, senza però diventare arroganti. Dobbiamo continuare a fare quello che stiamo facendo, rimanendo umili e disponibili al sacrificio. Il bene comune della squadra deve essere il fulcro di tutto”.

“Come giocherà il Barca? Difficile immaginare cosa farà Valverde, ha giocatori con qualità diverse, che gli permettono di apportare diverse varianti di modulo e gioco. Tra l’altro colgo l’occasione per salutare Rafinha e lo ringrazio sinceramente per quello che ci ha dato nella passata stagione. Lui è stato un calciatore fondamentale per noi. Mi farebbe piacere vederlo giocare, anche se penso che poi ci creerebbe dei problemi perché ha qualità di chi conosce il calcio, ma non so che farà il generale il tecnico del Barcellona”.

“Per noi sarà sicuramente una partita da sogno. Specie se consideriamo che molti dei miei ragazzi non hanno mai giocato partite del genere, in questi ambienti, con questa attesa. La realizzazione del sogno però, la consacrazione vera, passa dall’avere l’ambizione di andarsela a giocare, di stare dentro la partita senza subire chi ti gioca contro. So che la mia squadra è all’altezza, pronta per affrontare questa situazione”.

“Perché non abbiamo riscattato Rafinha? Ne abbiamo già parlato. Noi purtroppo avevamo delle limitazioni, non potevamo operare con la libertà che avremmo voluto. I tempi si sono allungati e il Barcellona non ha accettato contropartite tecniche, che erano un po’ la nostra ultima spiaggia per completare l’operazione. Domani proveremo a dimostrargli che, al contrario di quando pensavano, nei nostri ranghi di gente buona ce n’è”.

“Chi gioca domani? La situazione passa da quelle che saranno le condizioni di chi ha giocato, anche se avrei cambiato comunque qualcosa rispetto al Derby. Si tratta di capire come starà Brozovic che ad oggi ha ancora fastidio, mentre Perisic sembra aver smaltito. Miranda gioca. Lautaro per Radja o meglio Borja? Venire a fare le prove qui non mi sembra un buon banco di collaudo, ma ritengo che sia una situazione dove dobbiamo tirare fuori tutti gli attrezzi del mestiere. Noi abbiamo bisogno di tener palla, di gestirla il più possibile e se la mettiamo a chi fa più goal potrebbe essere la soluzione adatta. Capisco che siate curiosi, ma ci sono tappe ed equilibri da rispettare prima di vedere tutti insieme”.

La qualificazione già domani? Non credo, anche se si potrebbero sicuramente fare passi avanti, ma ci sono anche altri risultati che devono combaciare. Bisogna avere la convinzione di potersela giocare con tutti, ovviamente. Quella convinzione, quella rabbia, quella sofferenza dei nostri tifosi che hanno avuto in tutti questi anni. Dobbiamo portare tutte queste cose dentro il campo e cercare di esprimere il nostro calcio, che sono convinto sia di buona qualità. Questa è una grande opportunità”.

“Chi riposa a centrocampo fra Borja e Vecino? Purtroppo in quel settore lì siamo un po’ contati, qualcuno dovrà per forza giocare. In qualche ruolo si possono utilizzare soluzioni diverse, come Skriniar, o addirittura Candreva o Politano. Sono tranquillo, ma chiaramente non si possono sostituire e far rifiatare tutti”.

 

Fonte immagine in evidenza: Screen Conferenza Champions

 




Loading...

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl