EDITORIALE - Inter, l'approdo in Champions deve essere un punto di partenza, non di arrivo