Joao Mario, cronaca dell'involuzione non annunciata del portoghese