Inter, ora bisogna comprare qualcuno per continuare a lottare

Inter, ora bisogna comprare qualcuno per continuare a lottare


Allarme nerazzurro. Secondo la Gazzetta dello Sport, la frenata dell’Inter si spiega soprattutto per la panchina di poco valore per Spalletti

SERVONO RISERVE ALL’ALTEZZA

“Non si parla troppo di mercato in casa nerazzurra almeno ufficialmente perché da Suning per adesso non si sa nulla- si legge -. L’impressione è che l’Inter non sia in generale abbastanza forte per mettere in totale sicurezza l’Europa che conta. C’è un allenatore che ha fatto miracoli e un discreto gruppo di 12-13 giocatori, ma le riserve hanno finora dimostrato di essere lontane da standard accettabili. Soprattutto mancano interpreti in grado “spaccare la partita”. Dalla trequarti in avanti l’Inter non inventa, non crea superiorità numerica dal nulla e va quindi spessissimo a sbattere contro muri difensivi ben organizzati. In poche parole: non ha un top player. E appena calano di rendimento pure Borja Valero e Perisic diventa buio pesto in tutte le zone del campo. Sabatini e Ausilio hanno il compito di studiare una strategia più aggressiva: subito movimenti in entrata e plusvalenze entro gennaio. Sabatini in questo si è dimostrato negli anni un fuoriclasse. Tra Nanchino e corso Vittorio Emanuele serve un pizzico di coraggio per supportare l’ottimismo mostrato dalla società. Gennaio è vicino”.

Fonte foto copertina: screen youtube

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy