Inter - Spal termina 2 a 0, al solito decidono i top player nerazzurri: la sintesi

Inter – Spal termina 2 a 0, al solito decidono i top player nerazzurri: la sintesi


Inter Spal termina 2 a 0. Una partita sofferta oltre misura, con i ferraresi che tengono bene il campo e mettono anche paura ad Handanovic. I nerazzurri ottengono una vittoria meritata, figlia di un gran primo tempo e di una seconda frazione di sofferenza. Ecco la sintesi della terza vittoria consecutiva dei nerazzurri di Spalletti.

 

INTER – SPAL: PRIMO TEMPO DI CONTROLLO, IL SOLITO ICARDI SBLOCCA GRAZIE ALLA VAR

 

Inter Spal che inizia subito a ritmi alti, nonostante l’arrivo dei primi freddi. I nerazzurri sfiorano il goal al 5′, con una gran botta di Gagliardini dal limite che sfiora il palo. Due minuti e la Spal risponde per le rime, sfruttando una disattenzione difensiva che ricorda sinistramente gli errori dello scorso anno. Su una semplice rimessa laterale, Paloschi riesce a girare solo in area contro Handanovic ma il portierone sloveno riesce a deviare in angolo.

La partita si assesta, con l’Inter che cerca di tenera il possesso ed il pallino del gioco, mentre i ferraresi si affidano al contropiede ed alle giocate del duo Paloschi – Borriello. Al 14 esimo ancora Gagliardini ci prova da fuori con una gran botta, ma la palla passa a un metro dalla porta di Gomis.

Dopo una fase di stallo, al ventesimo Perisic prova l’azione personale sulla sinistra, ma la conclusione è debole e innocua per la porta spallina.

Un minuto e deve scendere in campo la Var, quando Joao Mario viene atterrato sul confine dell’area al 22 esimo minuto. L’arbitro assegna la punizione dal limite, ma, dopo 3 interminabili minuti, la tecnologia sancisce il rigore per i nerazzurri. Icardi dal dischetto è implacabile come al solito e regala il meritato vantaggio ai nerazzurri. Passano soli due minuti e Maurito rischia di chiudere la pratica, ma il suo violentissimo destro viene smorzato da Gomis.

Al 35 esimo Candreva cerca la botta da fuori, ma la palla viene deviata miracolosamente dal portiere ferrarese in angolo.

Nell’ultimo spicchio di partita la Spal cerca di reagire al controllo nerazzurro e al minuto 46 rischia il colpaccio. Paloschi elude la sorveglianza di Skriniar e tutto solo davanti ad Handanovic ciabatta alto sopra la traversa. La prima frazione finisce quindi con un brivido per i nerazzurri, tuttavia i ragazzi di Spalletti hanno tenuto bene il campo, dominando e meritando ampiamente il vantaggio.

 

SECONDA FRAZIONE DI SOFFERENZA, MA IVAN IL TERRIBILE LA CHIUDE DI CLASSE

Il secondo tempo inizia con Mora, già ammonito, che commette un evidente fallo da giallo, ma il direttore di gara sorvola, probabilmente per evitare polemiche avendo già concesso un rigore, per quanto evidente.

Al 49 esimo Perisic prova a mettere la propria firma sulla gara, ma Gomis è attento e devia in angolo. Poco dopo Borja Valero prova l’azione personale, ma la sua conclusione è molto debole e non impensierisce gli avversari.

La Spal inizia a crederci, complice una leggera flessione dell’Inter, e si affaccia pericolosamente con Paloschi, guadagnando un paio di angoli. Sull’azione successiva D’Ambrosio, nella concitazione di rinviare, abbatte involontariamente Skriniar con un violento calcio nello stomaco.

I ragazzi di Spalletti peccano di sufficienza in avvio di secondo tempo, sbagliando passaggi semplici e concedendo molto campo ai ferraresi, cancellando quanto di buono fatto nella prima frazione. Dalbert appare molto timido, quasi spaventato, limitando di conseguenza anche Perisic, perennemente raddoppiato. Gagliardini si guadagna un giallo, mente Valero e D’Ambrosio vengono graziati.

Spalletti corre ai ripari al minuto 66, sostituendo uno spento Joao Mario con Marcelo Brozovic. Il croato regala subito una fiammata, rischiando di mettere Icardi in condizione di segnare. Al 74 esimo Skriniar, si concede una sortita offensiva e, con una botta terrificante dai 35 metri, coglie una traversa clamorosa. Al minuto 77 altro cambio in casa Inter, con Vecino che rileva un Borja Valero piuttosto provato.

I nerazzurri riprendono in mano la partita e trovano finalmente il raddoppio al minuto 88′ con un golazo straordinario di Ivan Perisic che riscatta una prestazione opaca. Su cross di D’Ambrosio, il croato colpisce al volo in modo perfetto, chiudendo di fatto la gara.

Terza vittoria consecutiva per l’Inter, che aggancia la Juventus a punteggio pieno. Continua la marcia di Spalletti che sta, forse, veramente cambiando volto ai nerazzurri. Avanti così, ancora una volta, sempre, nel segno di Icardi e Perisic.

 

 

INTER SPAL, IL TABELLINO

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Dalbert, Skriniar, Miranda, D’Ambrosio; Gagliardini, Borja Valero; Perisic, Joao Mario, Candreva; Icardi

SPAL (3-5-2): Gomis; Salamon, Vicari, Vaisanen; Lazzari, Schiattarella, Viviani, Mora, Costa; Paloschi, Borriello.

Marcatori: Icardi (r) 26′, Perisic 88′

 

Fonte immagine in evidenza: Screen Youtube

ULTIME NOTIZIE

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl