Pioli: "Ecco perché ho cambiato Icardi. Ora il momento è delicato. L'Inter ha valori importanti e..."

Pioli: “Ecco perché ho cambiato Icardi. Ora il momento è delicato. L’Inter ha valori importanti e…”


E’ arrivata la quinta sconfitta in sei partite e spiegare questa crisi sempre più profonda si fa sempre più difficile per Stefano Pioli. Dopo l’ennesima sconfitta, questa volta a Marassi, ecco le parole del tecnico nerazzurri a Premium Calcio.

LE PAROLE DI PIOLI DOPO LA SCONFITTA DI MARASSI

 “Che ci sia delusione è normale. Come facciamo a non essere consapevoli di questa situazione? I risultati sono negativi e dobbiamo fare di più. Abbiamo cercato di condurre, gli episodi poi ci hanno condannato, potevamo pareggiare, poi la partita sarebbe cambiata. Siamo tutti convinti che possiamo fare di più e sappiamo che non abbiamo messo l’attenzione necessaria in alcune situazioni. Ho sostituito Icardi perché volevo cambiare la fase offensiva, credevo che con attaccanti più freschi avremmo avuto situazioni migliori. Non ero contento dei movimenti dei miei attaccanti e ne ho messi altri due per cambiare la situazione. Stiamo lavorando sul campo e non solo per vedere certe situazioni. Sul gol incassato abbiamo sbagliato ad abbassarci. Abbiamo concesso un tiro da 25 metri e sulla respinta non siamo stati né bravi, né fortunati”.
“Credo che anche oggi la gara l’abbiamo comandata con un avversario che chiudeva gli spazi. Dovevamo muoverci di più senza palla e dovevamo avere una costruzione più decisa, ci sono stati momenti in cui avevamo più soluzioni. Ora il momento è delicato, ma dobbiamo mettere a posto alcune situazioni. Cambio modulo? Per il 4-3-3 non abbiamo giocatori utili a svilupparlo. Abbiamo giocato con due punte più vicine per avere più presenze in area, la manovra doveva essere migliore e più veloce e dovevamo sfruttare le occasioni create. Chiaro che ora parlare di cose positive è difficile e sembra quasi fuori luogo. Credo comunque che la squadra abbia valori importanti per costruire il futuro dell’Inter. Ora siamo tutti insoddisfatti dai risultati negativi e tutti dobbiamo mettere qualcosa di più di quello che stiamo facendo”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy