CdS - Inter rivoluzione vista futuro da parte di Suning

CdS – Inter, con Suning sarà rivoluzione d’estate: ecco chi rischia

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Nel comunicato dell’Inter, uscito ieri, manca la cosa più importante ma che è stata volutamente tenuta nascosta. Queste ultime sette partite hanno convinto Suning che per tornare ai vertici in un futuro molto prossimo questa rosa va rivoluzionata. Ecco l’analisi presente nell’edizione odierna del Corriere dello Sport.

GRUPPO DELUDENTE

Questo gruppo ha deluso soprattutto in termini di personalità, rendimento e leadership. Anche coloro che recitano ruoli importanti all’interno della propria nazionale (da Miranda a Banega) hanno mostrato limiti. E sia la dirigenza sia la proprietà, per scongiurare l’ennesima stagione fallimentare vogliono ripartire poggiando su basi solide.

A costo di dover inserire una decina di volti nuovi, almeno la metà nella formazione ideale. Adesso le certezze di avere un futuro all’Inter le hanno in pochi. Di questo gruppo fanno parte il capitano Icardi, D’Ambrosio che ha da poco rinnovato, i nuovi acquisti che hanno reso come era lecito attendersi (Candreva e Gagliardini), Perisic e Handanovic, almeno che non arrivino offerte irrinunciabili. Potrebbero restare elementi pagati moltissimo ma che non hanno reso e per questo senza mercato, Kondogbia e Joao Mario in primis.

FUGGI FUGGI GENERALE

Gli altri, chi per un motivo chi per un altro, potrebbero partire tutti. Carrizo e Palacio sono a fine contratto, Santon, Nagatomo, Andreolli e Biabiany sono stati poco impiegati, Eder è stanco del ruolo di dodicesimo uomo, Gabigol sarà dato in prestito, Brozovic e Murillo andranno a cercare fortuna altrove. In caso di offerta, porte aperte anche per Banega.

FOLLIA SUNING PER IL NUOVO TECNICO

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy