Vecchi: " In C per 15 anni, a Southampton vicino all'impresa. Il più forte? Platini"

Vecchi: ” In C per 15 anni, a Southampton vicino all’impresa. Il più forte? Platini”


Vecchi Inter, l’allenatore della primavera si racconta

Vecchi Inter: “Nessuno choc il ritorno in Primavera”

Stefano Vecchi, nato il 20 Luglio 1971 a Bergamo, è l’attuale allenatore della Primavera nerazzurra. Anche ex allenatore della prima squadra, avendo fatto da traghettatore fra de Boer e Pioli. Solamente due match, ma una grande emozione. Racconta questo e altro in una lunga intervista a Sportitalia. “I primi calci li ho dati nel cortile di casa, poi all’oratorio. Non c’erano scuole calcio, quindi si giocava dopo la scuola dove ti trovavi. Tra il 1986 e il 1990 sono stato all’Inter con due anni di Allievi e due di Primavera. Impegnativo perché poi tornavo a casa la sera tardi. Anni di sacrifici, ma fatti molto volentieri. Sono riuscito ad abbinare calcio e scuola, dove non ho mai fatto fatica. Mi sono diplomato, poi non ho avuto costanza e continuità per la laurea. Da giocatore ho fatto 15 anni di Serie C, ho deciso di smettere quando ho capito di far fatica. Per caratteristiche potevo essere associato a Oriali, ero un mediano che correva tantissimo senza qualità tecniche elevate. Allora ho provato una nuova avventura. Nel giro di un paio d’anni mi son ritrovato a essere un allenatore di categoria in Lega Pro grazie all’esperienza con la Tritium. Poi SPAL, Südtirol e Carpi in Serie B: esperienza importante che purtroppo non è finita benissimo. Da neopromossi, eravamo nella metà alta della classifica. In seguito è arrivata la telefonata di Samaden: vedevo scetticismo, ma gli ho chiesto solo di darmi una chance“.

Dalla Primavera alla prima squadra

E’ nata questa storia che stiamo portando avanti. Bisogna preparare questi ragazzi per un futuro tra i ‘grandi’, qui ci sono le strutture adatte per analizzare e studiare allenamenti e partite. L’obiettivo è chiaro. Le vittorie al Viareggio e in Coppa Italia? Bellissime. E non dimentichiamo campionati sempre di vertice, vincendo sempre il nostro girone. Ora speriamo di arrivare almeno alla finale. Di giocatori rappresentativi posso citare Bonazzoli il primo anno, anche se lo abbiamo avuto poco. Dico Radu, Palazzi, Rocca: tutti ragazzi che sono tra A e B. Per l’anno scorso cito Zonta, Bonetto, ancora Rradu, Fofana. Ora mi auguro sia la stagione di Pinamonti, anche se ormai – per fortuna . Sembra indirizzato alla prima squadra. Dietro a tutte queste vittorie, al di là della società che non ci fa mai mancare nulla, c’è uno staff davvero ottimo e affiatato. Perché mi vedete da parte durante le esultanze? Mi fa piacere vedere gli altri esultare, non ci tengo che esultino con me. Preferisco lo facciano tra di loro e che si vincano le partite, non serve coinvolgere l’allenatore. Cosa mi ricorda il 3 novembre? La partita di Europa League con il Southampton. L’abbiamo preso come un premio da parte della società di farci condurre la squadra per due gare (Saints e Crotone, ndr): una grandissima esperienza per me e per lo staff. Felice di quello che abbiamo fatto con loro: in Inghilterra, in un match difficilissimo, siamo andati vicini a fare l’impresa; in casa con il Crotone abbiamo vinto una partita, cosa mai scontata in Serie A. I ragazzi si sono messi subito a completa disposizione, è stato molto semplice gestire questi grandi campioni. E anche con Pioli sta accadendo lo stesso, dimostrando di avere valori tecnici e umani notevoli. Si vedeva la volontà di cambiare marcia, Pioli molto bravo a farli rendere. Poi nessuno choc tornare nel nostro contesto. Il giocatore più forte di tutti i tempi per me resta Platini (sorride, ndr). Attualmente dico Messi“.

ULTIME NOTIZIE

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl