Problema Inter? Tante occasioni da rete, pochi goal segnati

TS – Il problema dell’Inter? Tante occasioni da rete, pochi goal segnati


La statistica proposta da Tuttosport dà un’idea precisa di quale sia il problema Inter. I nerazzurri, in relazione alla pericolosità offensiva, sono tra i primi per occasioni create. Quando si tratta di concretizzare, però, la situazione cambia.

ATTACCO IL VERO PROBLEMA INTER? LE OCCASIONI… 

Ci sono due statistiche da valutare. L’Inter è la terza squadra di Serie A per numero di occasioni da rete create. Meglio dei nerazzurri solo Juventus e Napoli. Nel rapporto con le opportunità concretizzate, però, i nerazzurri sono penultimi. A dicembre, l’Inter era terza in Europa nella classifica della pericolosità offensiva, dopo Real Madrid e Liverpool. L’imperativo, insomma, è cercare di rendere l’Inter più letale e cinica sotto porta.

Basti pensare che in Inter-Roma le occasioni per il pareggio di Perisic e Joao Mario, poi non sfruttate, erano ben più pericolose delle due circostanze che hanno consentito a Nainggolan di fare doppietta a San Siro. Per Pioli servono qualità e determinazione. Fondamentale sarà curare ogni minimo particolare in area avversaria, così come in fase difensiva.

PER RISOLVERE QUESTO PROBLEMA INTER CHE LAVORA SU NUOVI ARRIVI?

Le motivazioni, evidentemente, stanno anche in una rosa che non brilla per elementi offensivi, capaci di unire caratteristiche di gioco e prolificità. Per questo, Suning lavora per far arrivare elementi come Bernardeschi e Berardi. La colpa, di certo, non è degli esterni: 7 gol per Perisic, 6 per Candreva. In quel ruolo, solo Hamsik, Nainggolan e Callejon hanno segnato di più. Kessiè ha lo stesso numero di gol dell’ex Lazio.

Domani, a Cagliari, potrebbe toccare a Banega cercare di interrompere questo trend negativo. L’argentino è candidato a giocare titolare, come non accade dal 22 gennaio in Palermo-Inter. L’ultimo gol, invece, risale addirittura a dicembre con la Lazio. Joao Mario e Brozovic non sono al top. I due non si sono allenati con il gruppo, le condizioni sono da valutare. Improbabile, comunque, pensare ad una partenza dal primo minuto. Banega potrebbe così festeggiare la convocazione in Selecciòn. L’ex Siviglia è stato scelto dal ct Bauza per le gare di qualificazione con Cile e Bolivia. Annunciata la presenza di Pratto e l’ennesima esclusione di Icardi.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl