Ventura: ''Ranocchia era superiore a Bonucci nel mio Bari, poi però..''

Ventura: ”Ranocchia era superiore a Bonucci nel mio Bari, poi però..”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’Inter di Pioli continua a fare sempre più sul serio. 6 vittorie consecutive in campionato e una classifica che inizia veramente a sorridere con un quinto posto raggiunto e la supersfida contro la capolista Juventus all’orizzonte dopo che i nerazzurri saranno impegnati contro il Pescara sabato sera nell’anticipo della terza di ritorno. Tutti contenti anche se qualcuno vorrebbe avere più spazio, come l’ex capitano Andrea Ranocchia, probabilmente prossimo all’addio in maglia nerazzurra. Dalla trasmissione Tiki Taka, il suo ex allenatore ai tempi del Bari ed ora ct della Nazionale italiana Giampiero Ventura ne ha parlato a riguardo sottolineando il confronto con Bonucci con il quale faceva coppia nei galletti.

”ANDREA PIU’ FORTE DI LEONARDO AI TEMPI DI BARI”

Era il biennio 2009-2011 quando Giampiero Ventura iniziò la sua esperienza in Puglia e la coppia centrale era formata da due giovani da ottime speranze come Andrea Ranocchia e Leonardo Bonucci. Il ct aveva le idee chiare a riguardo: ”Sono stati due campionati intensi e ricchi di soddisfazioni con i ragazzi che si sono espressi su ottimi livelli per tutto l’arco del’annata. Ranocchia aveva qualcosa in più di Bonucci sull’aspetto tattico ed era più forte anche sul piano fisico; avrei scommesso per una carriera più luminosa da parte di Andrea anche se Leonardo era davvero bravo sotto il profilo tecnico. Bonucci ha avuto una crescita esponenziale sotto tutti i punti di vista; cattiveria, determinazione e leadership oltre che aver ulteriormente migliorato la tecnica e soprattutto la fase difensiva di marcamento”.

”LA SFORTUNA DI RANOCCHIA NEGLI INFORTUNI”

Sempre il ct a riguardo: ”Ranocchia, secondo me, è stato sfortunato a livello di infortuni. Andrea ha avuto 1-2 infortuni gravi che gli hanno rallentato il percorso di crescita. In più ha attraversato il momento più difficile dell’Inter dove la squadra non trovava di certo la sua quadratura ed è stato così per diverso tempo. È un giocatore sensibile e da un punto di vista difensivo era superiore a Bonucci che aveva qualcosa in più dal punto di vista tecnico. Poi gli infortuni possono cambiare la carriera di un giocatore ma sono certo che possa ancora dare molto a se stesso e nella prossima destinazione”.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy