Infortunio Medel, ecco cosa rischia il giocatore, da 15 giorni a 6 settimane

GdS – Infortunio Medel, rischia due mesi di stop


Ansia Inter per infortunio Medel. il giocatore uscito anzitempo dal derby oggi farà gli esami al ginocchio destro. La risonanza potrebbe evidenziare un coinvolgimento del menisco o del legamento nella distorsione dell’arto. Cosa che farebbe slittare i tempi di recupero dell’importante pedina di Pioli.

Infortunio Medel, i tempi di recupero

Scrive La Gazzetta dello Sport che Gary Medel si è infortunato in un contrasto con Mattia De Sciglio e l’uscita dal
campo, quasi in lacrime, ha subito preoccupato lo staff medico nerazzurro. La prima diagnosi ha stabilito nella distorsione del ginocchio il problema. Ma solo oggi si spera che l’esame strumentale possa fermarsi lì. Perché nel caso evidenziasse in interessamento della parte legamentosa o meniscale, Pioli riavrà il mediano solo nel 2017.

Da 15 giorni a 6 settimane, ecco quando l’Inter rivedrà Medel

L’infortunio del cileno ha tre varianti di recupero. Nel caso che Medel abbia riportato una semplice distorsione i tempi di recupero sarebbero di appena 15 giorni. In questo caso, il Pitbull salterebbe le trasferte di Napoli e in Israele per la coppa, ma anche la gara interna con la Fiorentina.

Se invece la risonanza di oggi evidenziasse un coinvolgimento legamentoso e meniscale i tempi di recuperinfortunio medel milan intero si dilaterebbero. Si arriverebbe anche a 6 settimane più una decina di giorni per riaverlo in forma, perché il trattamento del problema varia a seconda della casistica. Se Medel si fosse lesionato il collaterale esterno del ginocchio destro basterebbe una terapia conservativa. Ma se ci fosse interessamento anche del menisco si agirebbe chirurgicamente.

Il contrasto con De Sciglio aveva mostrato da subito un movimento innaturale della gamba del cileno e il dolore avvertito dal giocatore ha fatto subito preoccupare. Tanto da sostituire poi Gary visto il dolore acuto.

La perdita di un giocatore duttile come Medel può essere un problema, nonostante in rosa ci sia Felipe Melo che ha le stesse caratteristiche di gioco, anche se meno propenso a fare il centrale difensivo come il cileno, che avrebbe invece consegnato a Pioli più varianti di gioco.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy