Sampdoria-Inter 1-0: nerazzurri brutti e sfortunati, doriani cinica

Sampdoria-Inter 1-0: nerazzurri brutti e sfortunati, doriani cinica



PRIMO TEMPO – Inizio poco brillante dell’Inter che non punge, mentre la Samp alza il baricentro e trova uno spiraglio al settimo minito, ma Quagliarella in diagonale  non trova lo specchio.  I nerazzurri si danno una sveglia e Joao Mario lancia in campo aperto Eder defilato, ma il ctoss rasoterra non é preciso. Sembra comunque la squadra di casa a fare la partita, mentre i nerazzurri aspettano. L’idea dei primi minuti dell’Inter sembra essere quella di sfruttare Eder e Candreva larghi sulle fasce di appartenenza. Poi però un buco a centrocampo dell’Inter manda la samp in contropiede e Muriel sbaglia un gol incredibile: Fernandes riceve alle spalle della mediana ospite e 3 contro 3 serve il colombiano che con il mancino non trova lo specchio solo davanti Handanovic. Quando arriva sulla trequarti i doriani mettomo in grande difficoltà la difesa di de Boer e al 17esimo é ancora Quagliarella a colpire in diagonale dal limite dell’area, spedendo centrale rasoterra. L’Inter sfrutta soprattutto la catena di destra Candreva-Ansaldi, con l’aiutp di Brozovic, ma i cross non sono mai pericolosi.

Prima parte di primo tempo a ritmi abbastanza alti, ma dal 20esimo i ritmi si abbassano per diversi minuti in cui nessuna delle due squadre trova occasioni, fino al 30esimo quando da calcio d’angolo Barreto in anticipo sul primo palo e con un tocco d’esterno colpisce il palo. Samp ancora vicino al gol. Candreva al 35esimo si trova più accentrato e prova ancora la botta ma Puggioni manda in calcio d’angolo. 3 minuti dopo l’Inter perde una brutta palla sulla trequarti, ancora Muriel in serata positiva ci prova da fuori, ma nkn centra la porta. Ma al 39esimo arriva la grande occasione nerazzurra: Ansaldi manda Brozovic verso la porta, sterzata in area ma con il mancino e tiro che supera Puggioni ma colpisce la traversa e finisce fuori. L’Inter va vicinissima al gol e un minuto dopo in contropiede Eder salta Silvestre e dal fondo la mette in mezzo “colpendo” Icardi che sul primo palo manda fuori. Due palle gol nettissime in un minuto per i nerazzurri. La Sampdoria sembra spaventato ed é ancora Brozovic a rischiare l’1 a 0. Cross di Santon e di testa il croato sfiora il palo. L’Inter spreca troppo e al 45esimo va sotto: Bruno Fernandes controlla sui 25 metri, allarga per Linetty che di prima la mette dentro per Quagliarella. Il bomber napoletano di sinstro stavolta centra l’angolino e porta avanti i suoi. Il primo tempo si chiude con i padroni di casa avanti, dopo un inizio di marchio blucerchiato, l’Inter é venuta fuori ma non ha trovato la porta e ha subito la rete nel finale. icardi

SECONDO TEMPO – Stessi 22 del primo tempo. Dopo 20 secondi é ancora una discesa di Eder a mettere in difficoltà la difesa blucerchiata: l’ex doriano arriva sul fondo, rientra ma spara altissimo. La Samp si rende pericolosa la prima volta nella ripresa solo al 9o minuto, quamdo Muriel salta Murillo ma il cross in mezzo finisce nelle mani di Handanovic. Ritmi più della prima frazione e l’Inter non trova spazi. Come nel primo tempo solo a destra si apre qualche spazio ma i cross sono troppo imprecisi per Icardi ed Eder. La Sampdoria aspetta e cerca di andare in contropiede con Muriel. Icardi ci prova di testa al 18esimo su cross di Santon, ma il pallone é alto. Ancora dalla destra un’azione continuata di Brozovic-Ansaldi-Candreva, l’argentino crossa lungo ma Eder la rimette dentro, leggermente alto sopra la testa di Brozovic. Nulla di fatto per i nerazzurri che crossano un sacco senza trovare conclusioni pericolose.

Al 23esimo arriva l’azione migliore per Icardi: Ansaldi arriva sul fondo vincendo un rimpallo, appoggia dietro per Brozovic; la mezz’ala crossa sulla testa di Icardi che deve solo appoggiarla in porta tutto solo da 3 metri, ma spedisce incredibilmente alto. Due minuti dopo Santon é bravo a procurarsi una buona punizione dal limite, leggermente defilato a sinistra: Banega tocca per Eder che prova a replicare il gol di Bergamo, ma il pallone finisce in curva. La Samp ora va solo in contropiede e Ansaldi ne ferma uno in principio, prendendosi il primo giallo della partita. Al 31esimo Miranda viene ammonito per un fallo sulla trequarti e prima della punizione, doppio cambio per de Boer: fuori gli esterni Candreva ed Eder, dentro Perisic e Palacio. La Samp sostituisce Quagliarella con Budimir. Difficile trovare spazio per gli attaccanti nerazzurri e la Samp controlla bene senza rischiare nulla. L’occasione migliore arriva sui piedi di Budimir, che lanciato in contropiede si trova a tu per tu con Handanovic, ma il portiere chiude lo specchio e salva i suoi dal doppio svantaggio. A tre minuti dal 90esimo Muriel lascia il campo ad Alvarez. Incredibile la palla gol dell’Inter nel primo minuto di recupero: Perisic crossa sul primo palo, Palacio in scivolata sul primo palo, la palla resta li e l’ex Genoa da terra tenta un tiro incredibile che colpisce la traversa, balla sulla linea e viene spazzata da Skriniar. L’ultima preghiera da calcio d’angolo con anche Handanovic in area non produce niente e la partita finisce. 1 a 0 per la Sampdoria e de Boer sempre più nei guai.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy