Sei qui: Home » Copertina » TS – E’ derby per Lindelof, sfida Mirabelli-Ausilio

TS – E’ derby per Lindelof, sfida Mirabelli-Ausilio

La scelta di Marco Fassone di far approdare al Milan l’ex capo degli osservatori interista, Massimiliano Mirabelli, fa di conseguenza incrociare degli obiettivi segnalati all’Inter e ora nel mirino dei rossoneri, due fra tutti, Keita Baldé e Victor Lindelof.

Victor-Lindelof

Scrive il Tuttosport che sul laziale le sirene del mercato arriveranno probabilmente a giugno, seguitissimo da Fassone e ancora presente nella lista di Ausilio, ma è sul difensore del Benfica che nascono i primi fuochi d’artificio del futuro derby.

Lindelof, centrale classe ’94 è stato vicino all’Inter già nella passata estate, ma la valutazione di 30 milioni da parte del club lusitano ha spaventato i dirigenti interisti, con i nerazzurri che a quel punto hanno deciso di investire pesantemente su Gabigol e Joao Mario, rinviando l’assalto allo svedese.

LEGGI ANCHE:  Mkhitaryan: "Usciremo da queste difficoltà. Consigli a Inzaghi? Nessuno"

Se il Milan dovesse puntare sui suggerimenti di Mirabelli arriverebbe a Lindelof solo con i soldi dei nuovi soci, mentre l’Inter può contare sull’asse Suning-Joorabchian, poiché il giocatore, seguito dal procuratore Ramadani, lo stesso di Jovetic, è stato poi avvicinato dal procuratore iraniano, determinante per Joao Mario e consigliere della proprietà interista, con assegno pesante da indirizzare al Benfica o pensare alla possibile alternativa che risponde al nome di Rodrigo Caio del San Paolo, sondato in estate proprio dai rossoneri con Galliani.