Tv cinese da record: 1 miliardo di spettatori per il calcio, Inter-Suning può essere un trampolino

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La Cina rappresenta un mercato tutto da esplorare per i brand calcistici europei e una mole impressionante di dati conferma che il colosso asiatico è ufficialmente pronto per accogliere il business sportivo. Nel 2015 1,027 miliardi di telespettatori hanno scelto di guardare una partita di calcio (a fronte dei 972 milioni di appassionati di basket e 724 milioni di fan del volley). Lo scorso anno sono stati mandati in onda 50 eventi per un totale di 22mila ore di produzione televisiva. inter cina

Il calcio occupa il 30% dei palinsesti dedicati allo sport e il campionato che va per la maggiore è la Premier League, seguita dalla CSL, la competizione nazionale, e dalla Liga. La Serie A, invece, non viene trasmessa da nessun canale locale e ha un indice medio di share pari a 0,11 (la metà di quello della Premier, che ha lo 0,23); i club italiani più visti sono (in ordine) Roma, Juventus, Milan, Inter e Lazio. Lo scarso appeal del campionato italiano incide anche sulla popolarità delle squadre: nessun club italiano è tra i primi dieci su Weibo, il social network più usato del Paese.

Con questi numeri è chiaro che bisogna investire nel mercato televisivo cinese, che può garantire ritorni economici da capogiro. Adesso l’Inter, grazie all’ala protettrice della chioccia Suning, potrà essere maggiormente conosciuta dalla popolazione cinese e il brand nerazzurro potrà essere messo sul mercato da “preda” appetibile. Così facendo magari le emittenti cinesi decideranno di dar maggiore visibilità all’Inter e al campionato italiano in una crescita reciproca che sfocierebbe in circolo virtuoso.

(Fonte: calcioefinanza.it)