GdS – Inter, è tempo di decisioni: tra obblighi e diritti di riscatto, ecco la situazione

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Tempo di decisioni in casa Inter. Ci sono cinque giocatori su cui bisogna compiere una scelta: tra riscatti obbligatori e diritti di riscatto Jovetic, Ljajic, Telles, Eder e Miranda sono chiamati a dare un segnale forte a Mancini per ricambiare la fiducia che la società nerazzurra ha riposto in loro.

OBBLIGHI DI RISCATTO – Il caso più emblematico è quello di Stevan Jovetic. La partenza sprint (3 goal in 2 gare) è troppo poco per considerare il giocatore montenegrino ideale per il futuro in maglia nerazzurra. Anche perché il suo 2016 sin qui è disastroso: non gioca dal 20 febbraio, non segna dalla partita di Coppa Italia col Napoli, le sue prestazioni sono deludenti e il rapporto con Mancini non idilliaco. Il problema più grande, come riporta la Gazzetta dello Sport, è dato dal suo riscatto che diverrà obbligatorio alla prima presenza nella prossima stagione (o se l’Inter occuperà le prime 17 posizioni in campionato a dicembre 2016) ed ammonta a 14,5 milioni di Euro. L’Inter ha già provato a rinegoziare i termini dell’accordo col Manchester City, ricevendo risposte negative. Sta al numero 10 nerazzurro dimostrare nelle partite rimanenti di meritare la riconferma nella prossima stagione. Per quanto riguarda gli altri casi: Miranda è in prestito biennale a 4 milioni, con riscatto obbligatorio a partire dal giugno 2017 fissato a 11 milioni di Euro. Il difensore sarà riconfermato, ma occhio alle sirene estere: Bayern Monaco e Manchester United sono in agguato. L’altro obbligo di riscatto, infine, riguarda Eder: 2 milioni per il prestito biennale, altri 11 a partire dal 2017. Zero goal sinora, con la speranza che l’attaccante italo-brasiliano ritrovi il feeling con la rete, trascinando i nerazzurri in questo finale di stagione. 36,5 milioni di Euro che i nerazzurri dovranno sborsare obbligatoriamente, a meno che trovino acquirenti che siano disposti a sborsare le cifre dei riscatti (come lo Stoke con Shaqiri), senza ritrovarsi a gestire delicate minusvalenze.

Ljajic

DIRITTI DI RISCATTO – Infine, restano i diritti di riscatto con Ljajic e Telles più che in bilico. Infatti,  i loro riscatti ammontano rispettivamente ad 11 e 8,5 milioni di Euro, ma la sensazione è che se l’Inter deciderà di riscattare i due giocatori, le cifre saranno inferiori, visto il rendimento altalenante del serbo e l’alternativa al brasiliano, già preventivata, che corrisponde al nome di Erkin. Il rush finale di stagione servirà a delineare il futuro di questi giocatori: a parte Miranda, gli altri dovranno meritare la riconferma con la maglia nerazzurra per la prossima stagione.