Buon compleanno Moriero, ala destra di Simoni e “lustrascarpe” del Fenomeno

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Spegne oggi le candeline Francesco Moriero, ala destra dell’Inter di Gigi Simoni, 56 presenze in nerazzurro in Serie A con 6 gol.

morieroNell’Inter di Ronaldo e Recoba anche Moriero riesce a ritagliarsi uno spazio, stantuffo della fascia destra celebre anche per “lustrare le scarpe” ai compagni dopo un gol, abilità nel dribbling e velocità di esecuzione che nei tempi migliori lo fecero paragonare a Bruno Conti o Franco Causio.

Nato nel 1969 Moriero esplode nel Cagliari di Mazzone e Giorgi, semifinalista nella Coppa Uefa 1994, poi il salto nella Roma dove in tre anni colleziona 76 presenze, con i giallorossi che pagano 8,5 miliardi di lire per prelevarlo dai sardi.

Arriva all’Inter sponda Milan, grazie ad uno scambio di precontratti con André Cruz, con l’Inter che lo acquista per la simbolica cifra di un milione di lire, facendogli vestire la maglia numero 17.

Moriero viene ricordato per il grande gol in Uefa contro il Neuchâtel Xamax nel trionfo della compagine nerazzurra in quel di Parigi contro la Lazio di Mancini, poi per Checco ecco l’avventura col Napoli nel 2000, ultima grande tappa prima di iniziare una carriera da allenatore nel 2006 nel campionato ivoriano, con l’attuale presenza nella panchina del Catania.