Icardi-Inter, una storia d'amore destinata a continuare

Icardi-Inter, una storia d’amore destinata a continuare


Secondo quanto riportato dalle maggiori testate sportive Mauro Icardi e la dirigenza nerazzurra avrebbero trovato l’accordo per il rinnovo dell’argentino, dopo un periodo in cui si credeva che il bomber nerazzurro sarebbe stato sacrificato per la rifondazione della squadra, ma che evidentemente Mancini non vuole perdere.

Maurito arrivò a Milano l’8 luglio 2013, e partì subito per Pinzolo con la squadra allora allenata da Mazzarri. Le prime reti che segnò in campionato furono contro Juventus (uno dei suoi avversari preferiti) e Cagliari. L’anno scorso ha conquistato 23 presenze e 9 reti.
Il vero boom però è avvenuto quest’anno, tra il matrimonio con Wanda Nara, Lamborghini e tanti aggiornamenti sui social. Descritto così Mauro sembrerebbe proprio un “bad boy” ai livelli di quel matto di Balotelli. E invece no. Nonostante le continue frecciatine all’ex della moglie, Maxi Lopez, e alle continue foto postate su Instagram Mauro in campo vince e convince. Le reti quest’anno sono ben 24, di cui 19 in campionato, e visto questo dato lui e Tevez si giocheranno il titolo di capocannoniere della stagione corrente. Se l’anno scorso Icardi pensava solo a prendere posizione in area e a trovare il gol quest’anno, grazie a Mancini, lavora con e per la squadra, tante sponde, assist e palloni recuperati. E tanti gol.
Spesso Icardi non viene annoverato tra i più promettenti attaccanti d’Europa, forse proprio per il suo allure da “cattivo”, di sovente viene sottovalutato ricordando che in Italia l’unico centravanti degno di nota sia Tevez, dimenticandosi delle reti del nerazzurro.

La storia d’amore tra Icardi e l’Inter, iniziata già nel campionato 2012/2013 quando Maurito segnò doppietta alla Juventus con la maglia della Samp, sembra destinata a continuare, e questo non può che far felice tutto il popolo interista.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl