PAGELLE VIAREGGIO CUP, Radu migliore in campo

PAGELLE VIAREGGIO CUP, Radu migliore in campo


Dopo un brutto primo tempo la squadra di Vecchi ritorna in campo nella ripresa con un altro spirito e porta a casa la vittoria, per 3 a 1. Ecco le valutazioni di Spazio Inter.

INTER (4-3-3)

RADU: 8

Ottima la prestazione del giovane portiere nerazzurro, migliore in campo. Nel primo tempo si impone per due volte su Kaba, negandogli il gol, mentre nella ripresa tiene vivi i suoi sul 2 a 1, salvando il risultato sulla conclusione a botta sicura di Odutayo.

GYAMEI: 6

Gara di sofferenza per il terzino destro, che nello scontro diretto con il suo avversario spesso non dà le giuste garanzie. Deve migliorare sotto gli aspetti tattici.

DELLA GIOVANNA: 6.5

Ha il merito di sbloccare il match nel momento di massima spinta nerazzurra. Lui e Sciacca se la devono vedere con Kaba, e non è assolutamente semplice. La superiorità fisica della punta del Genk, infatti, spesso lo mette in imbarazzo.

SCIACCA: 6

Come per il suo compagno di reparto, soffre enormemente Kaba, realmente incontenibile. Il capitano, oggi, è costretto anche al lavoro sporco andandosi a prendere un giallo (di colore arancione però) fermando Carlone lanciato a rete.

DIMARCO: 6.5

Bene il terzino che accompagna una solida fase difensiva ad una propositiva fase offensiva. È sua, infatti, la prima conclusione in porta per i nerazzurri.

STEFFE: 6

Tanti errori del centrocampo nerazzurro negli appoggi anche più semplici. Lui soffre e combatte con i suoi compagni, ma sul lato della qualità può dare molto di più.

DABO: 6.5

Gara di sostanza per il giovane centrocampista, che in più di un occasione è costretto ad usare le maniere forti per fermare le azioni avversarie. Forse lasciato troppo solo nel fare schermo alla difesa, sul piano fisico non riesce sempre a reggere il confronto.

ROCCA: 7.5

Una doppietta su calcio piazzato decide il match. Ha un piede splendido, come dimostra il calcio di punizione trasformato nel secondo minuto di recupero. Da apprezzare, poi, anche la freddezza con cui realizza il calcio di rigore per il momentaneo 2 a 1.

CAMARÀ: 7

Un primo tempo passato a nascondersi tra le maglie avversarie viene cancellato da una prestazione con fantastica nella ripresa. Manca solo il gol all’ala nerazzurra, che però si procura il calcio di rigore del 2 a 1 (anche se, rivedendo il replay, il contatto non c’era) e regala ottime progressioni ai tifosi nerazzurri. Esce all’86’ a favore di Yao.

BALDINI: 6.5

Nel primo tempo è l’unico che tenta di fare qualcosa di positivo tra gli uomini nerazzurri. Non sempre al meglio i suoi ultimi tocchi, merita la sufficienza piena.

RAPAIC: 5.5

Arrivava da due mesi di sto per un infortunio alla clavicola ed è buttato nella mischia in una gara non proprio semplice. I giocatori del Genk sono fisicamente imponenti e lui, in pratica, non riesce mai ad incidere nel match. Esce al 61′ per Appiah.

APPIAH: 6

Mandato dentro per lottare negli ultimi minuti, riesce a procurarsi la punizione del 3 a 1, oltre che il giallo per Cirani, con una bella accelerazione.

VENTRE: S.V.

YAO: S.V.

VECCHI: 6.5

Un primo tempo di sofferenza cancellato da una ripresa maiuscola. Carica a dovere i suoi nell’intervallo, che rientrano in campo e mettono alle strette gli avversari. Dice bene a fine gara che questa competizione serve per confrontarsi con altre realtà e che sul lato della qualità questa squadra deve migliorare.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl