Alvarez, il rinnovo tarda ad arrivare: nuovo incontro il 26 maggio, ma il futuro resta in bilico

Thohir Alvarez
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La sua indispensabilità nello scacchiere di Walter Mazzarri è stata messa in dubbio dall’arrivo di Hernanes e dal tanto atteso rilancio di Mateo Kovacic e, come se non bastassero i problemi fisici che ne hanno limitato significativamente la presenza in campo, a tenere in ansia Ricky Alvarez c’è anche la trattativa per il suo rinnovo.

Il contratto del centrocampista scadrà il 30 giugno 2016 e, stando alle voci che circolavano a inizio anno, sembrava che l’annuncio di una nuova intesa potesse arrivare immediatamente dopo i rinnovi di Palacio e Guarin; invece la trattativa per il prolungamento si sta trascinando ben oltre le aspettative.

Nelle ultime settimane si è parlato di un rallentamento legato alle eccessive pretese del giocatore, ma il procuratore dell’ex Velez, Marcelo Simonian, è subito intervenuto per placare le false voci sul suo assistito. Stando alle parole dell’agente, infatti, il numero 11 nerazzurro è ben lontano dall’idea di chiudere anzitempo la sua avventura meneghina ed è, anzi, previsto un incontro fra le parti per il 26 maggio, data in cui potrebbero arrivare novità importanti per il futuro del 26enne argentino.

Mazzarri ha un’alta considerazione di Alvarez: finchè non c’erano problemi fisici di mezzo, è sempre stato considerato un’arma in più per la mediana nerazzurra e tutt’ora continua ad essere una risorsa importante nel ruolo di mezz’ala. Tuttavia non è da escludere, soprattutto se non dovesse arrivare l’accordo per il rinnovo, che l’Inter possa decidere di metterlo sul mercato, facendo rientrare la sua cessione in quella politica di autofinanziamento imprescindibile per affrontare la prossima finestra estiva di calciomercato.

 

Antonio Simone