Kuz: "Sono cresciuto, ma devo lavorare ancora tanto. Mazzarri ottimo tecnico, ci dice sempre..."

Kuz: “Sono cresciuto, ma devo lavorare ancora tanto. Mazzarri ottimo tecnico, ci dice sempre…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Torna il solito appuntamento del mercoledì sera con “InterNOS”, programma di Inter Channel condotto da Roberto Monzani e Nagaja Beccalossi. Ospite in studio Zravko Kuzmanovic, che proprio un anno fa cominciava la sua avventura in maglia nerazzurra: “L’Inter è una famiglia, una grande famiglia – afferma il centrocampista serbo –. Nel corso di quest’anno sono cresciuto, migliorato, ma so che si deve lavorare tanto, che devo lavorare ancora tanto e lo sto facendo, posso dare di più. Ho avuto qualche infortunio, poi sono rientrato, ora sto giocando, speriamo che il 2014 vada meglio”.

“Mister Mazzarri – racconta il numero 17 nerazzurro – è molto preciso, ci chiede tanta intensità e precisione, è un ottimo tecnico. Abbiamo perso un po’ di punti ora ma sono sicuro che se riusciremo a giocare come ci chiede Mazzarri la nostra forza tornerà fuori.

Tanti i temi toccati nel corso dell’intervista, dalle differenze tra il calcio italiano e quello tedesco (Qui in Italia nessuna partita è facile, perché tatticamente tutte le squadre sono molto preparate. In Germania conta più la fisicità della tattica”) ai complimenti a Cristiano Ronaldo per il Pallone d’Oro (“Lo meritava”), con l’auspicio che un giorno lo possa vincere colui che considera “il numero uno, Ibrahimovic: una volta il Pallone d’Oro deve vincerlo anche lui!”.

I tifosi hanno tantissime domande per Zdravko e lui risponde a tutti sfoderando la sua simpatia. La stessa che i compagni di squadra sono abituati a godersi ogni giorno. Quali i suoi preferiti? “Non ne ho, vado d’accordo con tutti. Chiaramente con Kovacic e Handanovic, che parlano la mia stessa lingua, magari si chiacchiera un po’ di più ma con tutti ho un buon rapporto”.

A Kuzmanovic viene poi chiesto della sua posizione preferita in campo:Gioco dove mi mette il mister, senza problemi, in qualsiasi posizione del centrocampo. In difesa? No no (sorride, ndr), per carità, rischieremmo troppo!”.

 

Fonte: inter.it

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy