Donadoni: “L’Inter vuole riscattarsi, dovremo essere più determinati. Sono preoccupato perchè…”

Donadoni conferenza Parma
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Tempo di conferenza stampa anche per Roberto Donadoni che, alla vigilia della sfida contro l’Inter analizza così il momento che sta attraversando il suo Parma: “La gara di martedì sera contro il Varese (valida per i sedicesimi di coppa Italia, ndr) è stata iportante per noi. Partite di questo tipo sono sempre una lama a doppio taglio. Fa giocare diversi elemento che non hanno trovato molto spazio finora è positivo da un lato, ma dall’altro espone facilmente a critiche perchè se la gara va male possono dire che l’hai snobbata. In ogni caso l’importante è dare spazio e possibilità a tutti, anche se per me conta soprattutto il lavoro in settimana. In questi giorni, ad esempio, non ho visto l’atteggiamento giusto. Questo mi rammarica e non mancherò di dirlo alla squadra”.

“Non voglio che i risultati positivi vengano metabolizzati nel modo sbagliato dalla squadra – prosegue il tecnico gialloblu –. Andiamo ad affrontare un match difficile e delicato contro un avversario prestigioso, in cerca di rivincita dopo i risultati delle ultime gornate e questo è sempre fonte di carica ulteriore. Vista la superiore caratura tecica dell’Inter, dovremo metterci più determinazione e volontà di loro. Una squadra forte, con carattere, non si accontenta e vuole sempre fare qualcosa in più di quello che ha già fatto. A San Siro essere ‘bellini’ e ‘bravini’ non sarà sufficiente”.

In chiusura una battuta sul grande ex di turno, Antonio Cassano: “Ha fatto quel che è lecito aspettarsi. L’infortunio che gli è capitato settimna scorsa può capitare. Io mi sono rotto il naso tre volte, una alla vigilia di un campionato europeo. Lui ci tiene molto a essere in campo, è in un buon momento di forma e può fungere da traino per i compagni. L’importante è che gare come queste non vengano viste come partite di rivincita personale o di gruppo ma solo come confronti contro avversari di grande livello”.