I due risvolti della Coppa Italia: primo tempo perfetto, ripresa in salita

Inter-Sampdoria Mazzarri
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il Corriere dello Sport di oggi analizza la prestazione in Coppa Italia dei nerazzurri contro il Trapani. Una vittoria conquistata non con poca fatica, con la rimonta dei siciliani che sarebbe potuta costare cara a Belfodil e compagni. Spazio ai giocatori che hanno trovato meno spazio in questo inizio campionato ma l’Inter ha evidenziato a tratti sempre gli stessi problemi: quarantacinque minuti ad altissimo livello ed un calo di concentrazione più che evidente, dove forse si pensava dio aver già acquisito l’intera posta in palio. Ed invece il risultato è rimasto in bilico fino al 94′, decretando poi il passaggio del turno per la squadra di Mazzarri che prossimamente affronterà l’Udinese al Friuli.

Qualche critica non solo di approccio alla gara ma anche tattica: la squadra è sembrata spesso lunga ed a corto di riferimenti offensivi, con Kovacic trequartista troppo arretrato e lontano da una zona pericolosa. Comprensibile, considerato fosse una squadra che gioca poco ed ancor meno insieme. Un secondo tempo con qualche sbavatura di troppo però, non cancellano quanto di buono fatto nella prima frazione di gioco, con un plauso particolare al Trapani che ha creduto nell’impresa fino alla fine, uscendo a testa alta da San Siro.