Mihajlovic: "All'Inter quattro anni fantastici. La mia mentalità è offensiva, giocheremo per vincere"

Mihajlovic: “All’Inter quattro anni fantastici. La mia mentalità è offensiva, giocheremo per vincere”


“Vorrei far piangere Mazzarri”. Con queste parole rilasciate ieri ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, Sinisa Mihajlovic aveva introdotto la sfida tra il suo passato (l’Inter) e il suo presente (la Sampdoria). Anche nella conferenza stampa di oggi il tecnico blucerchiato ha caricato i suoi con la solita grinta, figlia del temperamento che lo ha accompagnato per tutta la sua carriera, prima da giocatore e adesso da allenatore.

Parte subito forte Sinisa, mettendo in chiaro l’obiettivo suo e dei suoi ragazzi per il match di domani: La mia mentalità è offensiva, a me non piace giocare per non perdere. Scenderemo in campo per vincere. Vogliamo avere il nostro modo di giocare, il nostro atteggiamento dovrebbe essere sempre quello visto con la Lazio”.

Proprio l’ottimo esordio contro i biancocelesti ha dato nuova linfa a tutto l’ambiente doriano dopo i deludenti risultati di questo inizio di stagione, dovuti soprattutto ai continui cambi di modulo imposti da Delio Rossi. Per questo, Mihajlovic sta cercando di ridare piano piano un’identità alla squadra: “Non esiste un modulo che ti faccia vincere le partite, bisogna trovare il sistema di gioco che meglio si addice ai giocatori in rosa. Il 4-2-3-1, viste le caratteristiche dei nostri ragazzi, si può fare, ma è un modulo molto offensivo e serve un sacrificio da parte degli attaccanti. Se il nostro reparto offensivo farà bene anche la fase difensiva non ci saranno problemi con questo assetto. Durante la partita potremo anche passare al 4-3-3″.

Una partita, quella di domani, che avrà senz’altro un sapore speciale per il tecnico blucerchiato:Tornare a San Siro per me è sempre un’emozione. Sono stati quattro anni bellissimi, abbiamo giocato bene e vinto tanto. E’ sempre bello giocare al ‘Meazza’, è la Scala del Calcio”.

Chiosa finale sugli infortunati: “Abbiamo avuto qualche acciacco, ma a parte Krsticic squalificato, gli altri sono tutti disponibili. Si lavora di settimana in settimana, i ragazzi sono concentrati e apprendono subito. Sono fiducioso, anche la partita di domani è stata preparata bene. Sarà una sfda difficile ma noi faremo la nostra parte“.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl