Intervista quadrupla a Bardi, Benassi, Duncan e Mbaye. Incrocio tra presente e futuro

Bardi Benassi Duncan Mbaye Livorno
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Bardi Benassi Duncan Mbaye LivornoIbra pretende l’ultima parola, parte Francesco, numero uno di professione. In mezzo Alfred e Marco, abituati a sgomitare. La grande notte del sabato sera, per loro, è una notte dentro casa.

Di proprietà dell’Inter, in prestito al Livorno. A San Siro il vostro presente contro il vostro futuro. Sensazioni?

Bardi: “Una grande emozione, dentro uno stadio magico, dove si è scritta la storia mondiale. Il futuro lo sogno lì, ma ora cento per cento testa al Livorno. Se arriva una parata decisiva tanto meglio”.

Benassi: “Farà effetto, fino all’anno scorso ero lì e l’obiettivo è tornare per rimanere. Ma ora voglio un risultato con questo gruppo. E chi non sognerebbe un gol…”.

Duncan: “Torno dove sono cresciuto e dove presto mi piacerebbe diventare grande”.

Mbaye: “Siamo giocatori del Livorno, pensiamo esclusivamente al Livorno. E semmai a crescere qui per essere poi pronti per una grande, Inter o non Inter”. (Bardi-Benassi-Duncan: “Frase giusta per farti subito ben volere!!! “. Mbaye: “Che c’è da ridere?”)

Maglia da scambiare con?

Bardi: “Handanovic”.

Benassi: “Guarin. Ma compagni e amici mi stanno facendo mille richieste. Non per la mia, per avere quella di qualche interista”.

Duncan: “Belfodil, conosciuto in ritiro. Bravo e umile”.

Mbaye: “Sarebbe bello avere quella di Samuel”.

L’anno prossimo l’Inter vi riavrà: diversi in cosa?

Bardi: “Troveranno un portiere che ha giocato contro tutte le grandi del campionato”.

Benassi: “Un centrocampista che ha capito la differenza tra il mondo dei grandi e quello delle giovanili”.

Duncan: “Voto per Benassi”.

Mbaye: “Punto anch’io sull’ esperienza”.

Intanto, Milano o vista-mare di Livorno?

Bardi: “A un livornese, che domanda…”.

Benassi: “A Milano ti prende mal di testa solo a uscire di casa”.

Duncan: “Innamorato di questa città”.

Mbaye: “Io dico Tirrenia, anche per pubblicizzare il posto. E sono single, lo scriva. Però meglio Milano…fosse solo per lo shopping”.

Cacciucco o cotoletta?

Bardi: “Il primo”.

Benassi-Duncan: “Cotoletta”.

Mbaye: “Cacciucco?? Cos’è?”.

Momento del cuore nerazzurro.

Bardi: “Il torneo di Viareggio 2011, vinto…a Livorno”.

Benassi: “L’esordio a Pescara con l’abbraccio dei big”.

Duncan: “La vittoria in Next Gen”.

Mbaye: “Il giorno del provino, avevo 14 anni, ero appena arrivato dal Senegal”.

Segreto rubato al big nerazzurro.

Bardi: “La dedizione al lavoro di Handanovic”.

Benassi: “L’umanità di Zanetti”.

Duncan: “L’impegno di Alvarez nell’ultimo ritiro”.

Mbaye: “Poche parole, tanti fatti. Come fa Samuel”.

Pronostico secco.

Bardi-Benassi-Duncan: “Facciamolo per la stagione: Livorno salvo e Inter in Champions”.

Mbaye: “Perché non Inter salva e Livorno in Champions?”

 

Fonte: La Gazzetta dello Sport