CALCIOMERCATO/ Inter, scocca il momento dei colpi last minute. Ma tutto dipende da…

Branca e Ausilio
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Branca e AusilioMancano appena quattro giorni alla chiusura del mercato, il quale chiuderà i battenti alle 23 di lunedì 2 settembre. I giochi sembrano pressoché già compiuti per gran parte delle squadre, ma da sempre i dirigenti delle varie società ci hanno abituati a colpi dell’ultima ora. Svanito il sogno Samuel Eto’o, finito al Chelsea di Mourinho con cui ha sottoscritto un contratto da 9 milioni per una sola stagione, l’Inter sembra intenzionata a confermare quanto fatto fino a questo momento, ovvero mantenere la giusta armonia tra entrate e uscite.

Infatti, se in queste ultime frenetiche ore di mercato non dovesse partire nessuno, è difficile che si possa assistere a qualche arrivo dalle parti di Appiano Gentile. Lo stesso Massimo Moratti, al termine del Consiglio di Amministrazione tenutosi ieri pomeriggio, ha fatto capire che il grosso sia già stato fatto: Novità non credo, abbiamo parlato di quello che è stato fatto, che ci sembra sia in linea con quello che pensavamo di dover fare. È stato fatto bene, è stato fatto naturalmente senza quell’atteggiamento che abbiamo potuto tenere gli altri anni, per ragioni sì economiche ma legate al fatto dell’Uefa, che magari lo sottovalutiamo. Non possiamo uscire ancora da certi margini. Pensiamo di aver fatto qualcosa che sia valido, capitasse la cosa eccezionale negli ultimi giorni? Può darsi, per il momento non c’è capitata”.

Il presidente nerazzurro ha si ammesso la possibilità di cogliere qualche occasione last minute, ma ha anche chiaramente fatto intendere che si tratterrà solo di acquisti che andranno solo a puntellare una rosa che comunque resta competitiva. Con la difesa al completo, non è da escludere che qualcosa possa cambiare a centrocampo con Kuzmanovic e Alvaro Pereira non ancora certi di restare in nerazzurro. Soprattutto l’esterno uruguaiano potrebbe partire davanti ad un’offerta importante che non dovrà essere inferiore ai 9-10 milioni di euro. Questi soldi verrebbero poi reinvestiti su un altro esterno, con i nomi di Marquinho e Antonelli sempre caldi sull’agenda di Branca e Ausilio.

Per quanto riguarda il centrocampista serbo, si è aperta la possibilità di uno scambio con Antonio Nocerino del Milan, molto gradito a Walter Mazzarri. Non è da escludere anche un ultimo innesto in attacco, dove Marco Borriello che resta sempre d’attualità.