E se il jolly offensivo dell'Inter fosse Ricky Alvarez?

Alvarez vuole convincere Mazzarri: potrebbe essere lui il jolly offensivo della nuova Inter

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Ricky Alvarez PinzoloNel ritiro di Pinzolo, Walter Mazzarri sta cercando di capire come poter sfruttare le qualità e le caratteristiche di Ricky Alvarez. L’argentino, il cui futuro è ancora in bilico, sta facendo di tutto per convincere il tecnico ex Napoli a confermarlo all’interno della rosa che affronterà la prossima stagione.

Il fantasista ex Velez vuole restare a Milano per giocarsi le sue possibilità e nella giornata di ieri ha così dichiarato: “Stiamo facendo un lavoro forte, che ci servirà per fare una grande stagione. Stiamo iniziando a lavorare, a capire quello che il mister vuole fare in campo e lui sta guardando come rispondiamo. Sono concentrato e penso a fare un bel ritiro, ne ho bisogno, e poi l’anno scorso non l’avevo fatto. Farò di tutto per disputare una grande stagione”.

In questi giorni Mazzarri lo sta testando nel 3-5-1-1 come trequartista dietro all’unica punta, ma il suo intento è quello di valutare in che ruolo potrebbe tornare utile anche per permettere alla squadra di variare modulo e disposizione offensiva (non a caso, in conferenza stampa ha detto che si lavorerà anche sul 3-4-2-1 e sul 3-4-3). L’impressione, infatti, è che con gli attaccanti presenti in rosa, a cui si dovrà sommare il rientro di Milito, Ricky verrebbe considerato l’alternativa a Kovacic come interno di centrocampo con propensione più offensiva rispetto a Guarin o a chi occuperà quella posizione.

Qualora riuscisse a convincere il tecnico di San Vincenzo e a trovare quella tranquillità che nelle passate stagione è sembrata mancare (un po’ come a tutta la squadra), Ricky potrebbe davvero diventare un jolly importantissimo per la squadra.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy