Ausilio svela tutti i segreti del mercato nerazzurro: da Isla a Nainggolan, da Dragovic al top player

Piero Ausilio
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Piero AusilioA margine della presentazione di Hugo Campagnaro e Marco Andreolli, il direttore sportivo Piero Ausilio ha rilasciato alcune dichiarazioni sul mercato nerazzurro.

Si parte dalla questione “esterno”, rinforzo caldeggiato anche da Walter Mazzarri nella conferenza di ieri: “Stiamo trattando con la Juventus per Isla. Al momento non abbiamo ancora trovato una valutazione comune. Ognuno rimane sulle sue posizioni, ma non ci siamo dati una scadenza. Intanto continuiamo a guardarci intorno, sia in Italia sia all’estero. Van der Wiel? Non escludo nessuno. C’è un discorso aperto con il Psg per il prestito. E’ evidente che dovremo fare qualcosa e qualcosa faremo. Zuniga? Al momento non è un’ipotesi perchè il Napoli l’ha dichiarato incedibile. Vedremo se la situazione cambierà in futuro”.

Per il centrocampo resta viva la pista che porta a Radja Nainggolan: “Per ora non è una priorità. E’ un affare possibile ma solo dopo aver ceduto qualcuno. Guarin e Ranocchia? Restano, non abbiamo ricevuto offerte”.

Dalla mediana alla difesa:Silvestre ha incontrato ieri il Parma ma c’è stato un passo indietro. In ogni caso, non è l’unica alternativa. Dragovic? Lo seguiamo, ma il nostro reparto arretrato conta sette elementi e siamo a posto così. Juan Jesus?  Aveva ancora tre anni di contratto ma dopo la buona stagione che ha disputato ci è sembrato giusto discutere il rinnovo. Credo non ci saranno problemi a trovare un accordo”.

Chiusura sulla possibilità dell’arrivo di un top player: “Non ci sono indiziati. Moratti ha fatto un’esternazione da tifoso. Non ha fatto mai mancare il suo apporto all’Inter e se dovesse decidere di farci un regalo, come accaduto spesso in questi anni, sarà ovviamente ben accetto”.