Il pagellone nerazzurro 2012/2013: Rocchi, voto 6

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Rocchi Inter-Atalanta esultanzaPer il pagellone nerazzurro 2012/2013, ci occuperemo oggi di un giocatore che è arrivato a gennaio e, dopo un periodo di perplessità e scetticismo, è riuscito a ritagliarsi un ampio minutaggio, complici ovviamente gli infortuni capitati ai suoi compagni. Stiamo parlando di Tommaso Rocchi.

Rocchi, voto 6

Giunto nella Milano nerazzurra a gennaio per colmare il buco lasciato da Livaja, trasferitosi a Bergamo nell’affare Schelotto, Rocchi avrebbe dovuto rappresentare l’alternativa di esperienza a uno tra Cassano, Milito e Palacio, ma complice una condizione fisica insufficiente, Strama ha spesso preferito utilizzare moduli diversi piuttosto che lanciarlo nella mischia.

Dopo la prova incolore di Catania, sostituito a fine primo tempo, sono cresciuti gli interrogativi sul perchè di questo acquisto, sebbene fosse solo per pochi mesi; i k.o. di FantAntonio prima e Palacio poi, gli hanno aperto le strade per la titolarità dell’attacco interista.

In coppia con Alvarez, Tommaso ha disputato ottime partite, mostrando come fosse cresciuto dal punto di vista atletico e come non avesse perso il vizio del gol, tanto da arrivare a quota 100 in Serie A con la zampata all’Atalanta; a quella marcatura fecero seguito quella decisiva contro il Parma e quella del momentaneo 2-4 in Inter-Udinese (i friulani vinsero 5-2, ndr).

Oggi Rocchi ha lasciato l’Inter, visto che il suo contratto non è stato rinnovato; resta comunque la soddisfazione per lui e per il popolo nerazzurro di aver vissuto insieme la gioia per il suo sigillo numero 100 nella massima serie, purtroppo condito da un finale di stagione disastroso.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook