Castellazzi: “Mazzarri è un uomo di campo, puntiglioso e meticoloso. Il suo segreto…”

Luca Castellazzi
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Luca Castellazzi racconta MazzarriIn un’intervista rilasciata ai microfoni di Tuttosport, l’estremo difensore nerazzurro Luca Castellazzi, pronto finalmente a tornare in campo dopo il brutto infortunio alla spalla rimediato in coppa Italia contro il Verona, ha raccontato alcuni aspetti del lavoro di Walter Mazzarri, suo allenatore ai tempi della Sampdoria: “Finita la stagione non pensavo potessero esserci cambiamenti in panchina – ha spiegato il 37enne di Gorgonzola – poi Stramaccioni è andato via ed è arrivato Mazzarri. Lo conosco bene, so come lavora e cosa pretende dai giocatori.

“E’ un uomo di campo, che confida nel lavoro giorno per giorno. E’ puntiglioso e meticoloso. Ricordo che alla Samp si passava molto tempo a provare schemi offensivi e difensivi. Vuole dare un’impronta di gioco precisa alle sue squadre. Il suo segreto? Parla molto con i giocatori, anche tutti i giorni, spesso nel suo ufficio. E’ un grande comunicatore ed è importante creare un rapporto schietto col gruppo. Cosa non sopporta? Il fatto che un giocatore arrivi in ritardo o che risponda, ma se si lavora bene nessuno ha motivo di temere”.

In chiusura, sulle sue condizioni e sulle ambizioni future della squadra: “La spalla era conciata male, ma il dottor Castagna e lo staff dell’Inter hanno fatto un ottimo lavoro. Sarò già al 100% per il ritiro. Inter da scudetto? Non lo so, ma possiamo fare un campionato di alto livello. I tifosi lo meritano e sarà importante partire bene. L’anno scorso l’Europa League ci ha tolto energie, perché giocavano sempre gli stessi. Preparare una partita a settimana sarà un vantaggio per il campionato.