Confederations Cup 2013: top & flop di Brasile-Italia e Giappone-Messico

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Confederations Cup 2013 Brasile-Italia NeymarUna buona Italia, la migliore di questa prima fase della Confederations Cup 2013, si piega al Brasile e, a meno di improbabili combinazioni, in semifinale si troverà di fronte la Spagna, a un anno dalla memorabile e dolorosa lezione di Kiev. La cronaca della partita: Seleçao avanti con Dante che, in posizione di fuorigioco, ribadisce in rete una corta respinta di Buffon. Il pareggio azzurro arriva con il “caldissimo” Giaccherini, che sfrutta un superbo assist di tacco di Balotelli. Due a uno di Neymar su punizione; poi è Fred a portare a 3 le reti verdeoro con un sinistro al fulmicotone. Accorcia le distanze Chiellini sugli sviluppi di un corner; chiude i conti ancora Fred, ancora con un tap-in ravvicinato su un’altra respinta corta di Buffon.

Top & Flop

BRASILE

Fred 7: Fino al gol completamente nullo. Continua a convincere poco nonostante la doppietta, ma in un Brasile tutto sommato mediocre il suo essere decisivo gli vale la palma del migliore in campo.

Oscar 4.5: Altra performance inconsistente. I centralini di “Chi l’ha visto?” stanno impazzendo.

ITALIA

Buffon 4.5: gatto di marmo sulla punizione di Neymar; incerto sul piattone di Marcelo da cui nasce il 4-2 di Fred.

De Sciglio 7: Dopo la brutta gara col Giappone ripaga pienamente la fiducia di Prandelli. Il futuro è sempre più suo.

Pagelle

Brasile (4-2-3-1): Julio Cesar 6, Dani Alves 6, Thiago Silva 6.5, David Luiz 6 (34′ Dante 6.5), Marcelo 6, Luiz Gustavo 6, Hernanes 6, Hulk 6.5 (76’ Fernando s.v.), Oscar 4.5, Neymar 6.5 (69’ Bernard s.v.), Fred 7. All.: Scolari 6.5.

Italia (4-2-3-1): Buffon 4.5, Abate 6 (30′ Maggio 6.5), Bonucci 5, Chiellini 6, De Sciglio 7, Montolivo s.v. (26′ Giaccherini 6.5), Aquilani 5.5, Candreva 6.5, Diamanti 5.5 (72′ El Shaarawy s.v.), Marchisio 5.5, Balotelli 6.5. All.: Prandelli 6.

 

 

Confederations Cup 2013 Giappone-Messico HernandezUna doppietta del chicharito Hernandez regala i tre punti dell’orgoglio al Messico e condanna il Giappone a un mesto quanto immeritato ultimo posto nel girone. Sugli scudi, oltre alla punte dello United, anche Guardado e dos Santos; per gli asiatici il gol della bandiera è di Okazaki.

Top & Flop

GIAPPONE

Kagawa 7: Leader tecnico ed emotivo. Costantemente nel vivo del gioco, sempre pronto ad aiutare i compagni, ultimo ad arrendersi.

Honda 4: gioca con l’atteggiamento di chi sta pensando al grado di protezione della crema abbronzante.

MESSICO

Hernandez 7: Dopo un primo tempo abulico si fa trovare pronto con i due guizzi decisivi. Mezzo punto in meno per il rigore sbagliato.

Jimenez 4: Dopo un primo tempo abulico, un secondo tempo ancora più abulico. Inguardabile.

Pagelle

Giappone (4-2-3-1): Kawashima 6.5; Sakai 5 (58′ Uchida 5.5), Kurihara 5, Konno 5.5, Nagatomo 5.5 (77′ Nakamura s.v.); Hosogai 5, Endo 6; Honda 4, Kagawa 7, Maeda 5.5 (65′ Yoshida 5.5); Okazaki 6.5. All.: Zaccheroni 6

Messico (4-4-2): Ochoa 6; Mier 6.5, Reyes 6, Moreno 6, Torres Nilo 6; Torrado 6.5, Zavala 6.5, dos Santos 6.5 (78′ Barrera 6), Guardado 6.5 (71′ Salcido); Hernandez 7, Jimenez 4 (90′ Aquino s.v.). All.: De la Torre 6

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook