Confederations Cup 2013: top & flop di Spagna-Tahiti e Uruguay-Nigeria

David Villa Confederations Cup 2013
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

David Villa Confederations Cup 2013Nella partitella del giovedì la Spagna “B” rifila 10 gol alla rappresentativa tahitiana e consolida il primato nel girone B. Protagonista assoluto Fernando Torres; quattro reti e un rigore sbagliato per El Nino. Le altre marcature portano la firma di Villa (tripletta), Silva (doppietta) e Mata.

Top & Flop

SPAGNA

Torres 8: più che top un topo, nel formaggio. Sfrutta quasi controvoglia le praterie lasciate dalla difesa di Tahiti.

Cazorla 5.5: farsi ammonire in una partita del genere è indice di nervosismo e ci offre la ghiotta opportunità di trovare il peggiore in campo di una squadra che ha vinto 10-0

TAHITI

Vahirua 5.5: fa quasi tenerezza vederlo imprecare per ogni passaggio sbagliato dai compagni, per ogni “uno-due” concluso con la palla lontana 5 metri. Non è un genio ma è senz’altro incompreso.

Roche 3: avete presente la situazione in cui, nell’organizzazare una partita tra amici, manca il portiere ? Ecco, Roche rappresenta il vivido specimen del soggetto che vi salva la serata. Un voto in più per l’esultanza smodata sul rigore sbagliato da Torres sul 7 a 0.

Pagelle

Spagna (4-1-4-1) Reina s.v.; Azpilicueta 6.5, Albiol 6.5, Sergio Ramos 6 (46′ Navas 6), Monreal 6; Javi Martinez 6.5; Cazorla 5 (75′ Iniesta s.v.), Mata 6.5 (69′ Fabregas 6), David Silva 7.5, Villa 7.5; Torres 8. All.: Del Bosque 6.5.

Tahiti (4-5-1) Roche 3; J. Tehau 5, Lemaire 4 (73′ Vero s.v.), Ludivion 4, Vallar 4; Aitamai 4.5, Bourebare 4 (68′ L. Tehau 5), Caroine 4, Chong Hue 4.5, Vahirua 5; A. Tehau 4 (53′ T. Tehau 5). All.: Etaeta 4

 

Diego Forlan Uruguay-NigeriaIn una gara benedetta dalle vittime dell’insonnia un mediocre Uruguay batte 2-1 una Nigeria sprecona e arruffona. Decisivo l’ex nerazzurro Diego Forlan che festeggia le 100 presenze con la Celeste con un assist per Lugano e con una saetta mancina che vale 3 punti d’oro. Nel mezzo il gol del pari, primo in nazionale, per Obi Mikel.

Top & Flop

NIGERIA

Mikel 7: gol, sostanza, geometrie, visione di gioco. Nettamente il migliore dei suoi.

Oduamadi 5: ritorna sulla terra dopo la sbornia tahitiana.

URUGUAY

Forlan 7: conferma ancora una volta di esaltarsi solo ed esclusivamente con la maglia della nazionale.

Cavani 4.5: Voci di mercato, posizione defilata, incompatibilità coi compagni di reparto. Tre indizi che portano a una performance inguardabile.

[Menzione d’onore per Alvaro Pereira e il suo nuovo look. Perchè Alvaretto, Perchè?]

Pagelle

Nigeria (4-3-3): Enyeama 6; Ambrose 5.5, Oboabona 5, Omeruo 6, Echiejile 6.5; Ogu 5.5 (65′ Mba 5), Ogude 6, Mikel 7; Musa 5.5, Ideye 5.5 (73′ Apkala s.v.), Oduamadi 5 (35′ Babatunde 5). All.: Keshi 5

Uruguay (3-4-3): Muslera 6; Lugano 6, Godin 6.5, Caceres 6; Maxi Pereira 5, Alvaro Gonzalez 6.5, Arevalo Rios 5, Cristian Rodriguez 6 (87′ A. Pereira s.v.); Forlan 7.5, Cavani 4.5, Suarez 5 (81′ Coates s.v.). All.: Tabarez 6