CALCIOMERCATO/ Inter: molte squadre si contendono il prestito di Samuele Longo

longo
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

longoDopo una parentesi all’Espanyol, cominciata nel migliore dei modi, ma terminata in calando (come dimostrano i soli 3 gol messi a segno in appena 20 presenze tra campionato e Coppa del Re), Samuele Longo è pronto a rientrare all’Inter.

La punta veneta, il quale ha dovuto subire di recente un intervento di plastica costruttiva alla spalla, che gli ha fatto chiudere la stagione anzitempo, rientrerà alla base per poi essere girato in prestito in qualche squadra di medio-bassa classifica; questa volta il club sarà italiano, in modo da poterne seguire attentamente da vicino la crescita.

Il ragazzo classe ’92, qualora sulla panchina nerazzurra fosse rimasto Andrea Stramaccioni, avrebbe avuto più possibilità di restare ad Appiano; con l’approdo, invece, di Walter Mazzarri, il quale preferisce avere certezze in attacco e non giovani da far crescere, difficilmente potrebbe avere una stagione felice all’ombra della Madonnina.

Le pretendenti non mancano, ma per evitare di commettere lo stesso errore fatto con Mattia Destro, la società accetterà solo discorsi legati ad un prestito secco. Su di lui ci sono parecchie squadre, ovvero Bologna, Chievo, Torino, Sampdoria e le neopromosse Livorno e Verona.

I dirigenti nerazzurri dovranno valutare attentamente quale fra le tante opzioni potrà essere la più vantaggiosa per la crescita del ragazzo, ossia dovranno trovare quella squadra che possa garantirgli un minutaggio importante in un campionato difficile come la Serie A.

L’intento della società è quello di riuscire a formare il ragazzo in modo tale d’avere già una valida alternativa a Milito in vista della prossima stagione. Il Principe, infatti, ha ancora un anno di contratto e con ogni probabilità a partire dalla prossima estate farà ritorno in Argentina, dove potrà chiuderà da protagonista una gloriosa carriera culminata con il Triplete.