Tottenham-Inter 3-0, le pagelle

Tottenham-Inter foto
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Tottenham-Inter fotoHandanovic 7 – Altra serata da orsacchiotto del Luna Park dopo quella di Firenze; come al Franchi evita l’imbarcata epica.

J.Zanetti 5 – I tagli di Sigurdsson lo mettono in costante difficoltà. Questa volta balla anche lui insieme a tutta la difesa.

Ranocchia 4.5 – Palla persa sanguinosissima che avvia l’azione del secondo gol. Soffre la verve del guizzante Defoe.

Chivu 4.5 – Lento e poco reattivo nel leggere gli inserimenti degli avversari. Serata da dimenticare.

Juan Jesus 4.5 – Costantemente fuori posizione. Si fa attrarre troppo dalla palla generando voragini sulla sua corsia. Da una di queste nasce il raddoppio Spurs.

dal 45′  Palacio 5 – Anche stasera gioca un tempo, ma questa volta niente miracoli; anzi un grave errore sotto porta.

Gargano 4 – Dembelè lo carica sul pulmino e lo porta a scuola.

Kovacic 4.5 – Timido e impalpabile. La giovane età e la povertà del contesto non gli consentono ancora di reggere determinati palcoscenici.

dal 56′  Guarin 5 – Entra a babbo morto, giusto in tempo per prendersi un giallo per simulaizione.

Cambiasso 4 – Determinante in negativo questa volta, dopo il confortante spezzone di partita a Catania. Colpevole in tutti e tre i gol del Tottenham.

Alvarez 5 – Si muove molto ed è uno dei più pericolosi, ma ha il grande torto di divorarsi un gol clamoroso a fine primo tempo. Errore che macchia una partita non malvagia.

dal 67′  Jonathan s.v. – Non chiedeteci di dare il voto ai 20 minuti di Johnny in una serata simile.

A.Pereira 4 – Da esterno alto non ne becca una. Da esterno basso si fa uccellare a ripetizione da Lennon. Un Gresko più “abbronzato”.

Cassano 5 – La gran palla per Alvarez rappresenta l’unico spunto degno di nota in una passeggiata lunga 90 minuti.

Stramaccioni 5 – Se decidi di risparmiare Palacio a Catania non puoi non farlo partire titolare in Europa League. Probabilmente non sarebbe cambiato nulla, ma l’errore di concetto resta. Tuttavia è inutile buttargli la croce addosso: il Tottenham attualmente è di un’altra categoria.