La vittoria dell'opportunismo