Contro il Cluj turnover difficile, ma necessario...

Contro il Cluj turnover difficile, ma necessario…


Rifinitura Cluj-InterTra poco, a San Siro, andrà in scena la sfida tra Milan e Barcellona, valevole per l’andata degli ottavi di finale di Champions League. Lo scorso anno, la stessa sfida (anche se ai quarti) fu fatale per i rossoneri nella volata al tricolore, in quanto prosciugò ogni loro energia consentendo, nel frattempo, alla Juventus prima di raggiungerli e poi di superarli.

Stramaccioni sa benissimo che quest’anno sarà ancora più dura per la squadra di Allegri e, di certo, non vorrà privarsi di questo piccolo vantaggio in vista di un derby che vede già i rossoneri partire con i favori del pronostico. Per questo motivo, domani sera contro il Cluj, cercherà di attuare un turnover volto, più che altro, al mantenimento del vantaggio accumulato nella gara d’andata.

Tuttavia, a causa delle sole tre modifiche attuabili alla lista Uefa presentata in estate, qualche titolare sarà costretto a stringere i denti: in tal senso, a preoccupare il mister è soprattutto l’attacco. Il mancato inserimento di Tommaso Rocchi, fa sì che il reparto possa fare affidamento sui soli Cassano e Palacio, con l’aggiunta dei canterani Garritano, Belloni e Terrani, tutti attaccanti esterni.

Proprio quest’ultimo è volato in Romania insieme alla squadra e non è da escludere un suo impiego, visto che difficilmente Strama utilizzerà contemporaneamente l’argentino e il barese, destinati a darsi il cambio in modo da centellinare le forze in vista della stracittadina di domenica sera.

A posteriori, crescono dunque i rimpianti per aver lasciato partire il re di Coppa Marko Livaja, autore di 4 gol (più uno non visto dall’arbitro) nella fase a gironi, soprattutto se si considera che il ritorno alla difesa a quattro rischia di complicare l’inserimento dell’italo-argentino Schelotto, acquistato per agire da esterno nel 3-5-2 degli ultimi mesi.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy