Sneijder: "Mi ha indispettito la pressione del club. Il mercato finisce il 31 anche per me..."

Sneijder: “Mi ha indispettito la pressione del club. Il mercato finisce il 31 anche per me…”


Sneijder Marsiglia-InterDopo mesi di frecciate, proposte di rinnovo e rifiuti, a tenere banco in casa Inter è sempre la questione relativa a Wesley Sneijder.

Invitato dallo stesso presidente Massimo Moratti a prendere una decisione nel minor tempo possibile per dimostrare serietà e rispetto verso l’Inter e il Galatasaray, il trequartista olandese, sulle pagine de La Gazzetta dello Sport in edicola stamani, ha ribadito la sua intenzione di prendere tempo in merito al suo futuro: “Davvero qualcuno ha detto che oggi sarei stato a Istanbul? No, no… sono qui, sto qui. Ma qualcosa mi ha indispettito. Cosa? La pressione che mi hanno fatto“, confessa.

Il numero 10 nerazzurro, stando alle sue parole, non ha nessuna intenzione di prendere decisioni affrettate anche se, in realtà, questa querelle va avanti da fine novembre: “Come tutti i giocatori che in questo periodo di mercato devono decidere cosa fare e dove andare entro il 31 gennaio, beh, così farò anche io. Non ho fretta e non voglio mettermi fretta. Le parole di Moratti? Dopo tutto quello che è successo negli ultimi mesi, in un contesto nel quale io con gli altri compagni abbiamo fatto la storia del calcio, ecco, non voglio sentire che loro mi mettono pressione“.

Sneijder prova a spiegare così i motivi di tutta questa attesa: “No, non ho perplessità sulle proposte arrivate, è solo che dopo tutto quello che ho fatto non voglio sentirmi in questa maniera, quasi obbligato a scegliere in poco tempo su un passo importante della mia vita“. C’è chi pensa che sia tutta una questione di soldi, da una parte o dall’altra. “No, non è una questione di soldi. No

Dalle dichiarazioni di Unal Aysal, presidente del Galatasaray, emerge che il problema è legato a una buonuscita che l’olandese pretenderebbe dall’Inter: “Noi abbiamo risolto i nostri problemi sia con l’Inter sia con il giocatore. Non ci sarà bisogno dell’aiuto degli sponsor. La cifra rientra ampiamente nel nostro budget. Adesso tocca a lui risolvere con il club nerazzurro qualche dettaglio legato all’attuale contratto. Penso che entro venerdì la situazione potrà risolversi positivamente“.

Al di là di questo capriccio finale, l’affare sembra però in dirittura d’arrivo, come ha confermato Stramaccioni dopo Inter-Bologna: “Ormai ci siamo, Wesley deve prendere le sue decisioni. Da allenatore dico che sia meglio per tutti che si vada in una direzione. Il nostro mercato però non dipende da lui“.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy