Vigilia blindata per il Genoa. Preziosi spera in un “regalo”

Preziosi Genoa
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Preziosi GenoaAllenamento a porte chiuse e conferenza di Delneri annullata. Queste le scelte della dirigenza genoana alla vigilia della partita con l’Inter. Dopo l’ennesima prestazione deludente, l’1-1 casalingo col Torino di Ventura, evidentemente in casa Genoa c’è la necessità di trovare la massima concentrazione prima della partita di San Siro, evitando qualsiasi polemica in sala stampa.

Questa doppia decisione rispecchia il pessimo momento della squadra, un momento che in realtà dura quasi dall’inizio del campionato. La crisi è nera. Il cambio in panchina e l’arrivo di Delneri non hanno portato a una svolta. L’unica speranza ormai risiede nel mercato di riparazione, che nel caso dei rossoblù sarebbe più corretto chiamare “di rivoluzione”.

Tanti infatti sono i volti nuovi destinati ad approdare alla metà genoana di Marassi nella prossima finestra di mercato. Due di questi sono già noti, si tratta del centrocampista ex Lazio Matuzalem e della punta Floro Flores, già reduce di un’esperienza positiva in maglia rossoblù lo scorso anno; un terzo, il difensore Eros Pisano, sembra in arrivo.

Prima di gennaio però c’è da giocare l’ultima partita dell’anno e il caso ha voluto che sia contro la seconda in classifica, l’Inter di Stramaccioni. L’esito sembrerebbe scontato, eppure il presidente Preziosi non abbandona le speranze: “Cosa mi aspetto dalla partita con l’Inter? Non mi aspetto niente. Ma in questo campionato ci sono stati già diversi risultati a sorpresa. Dobbiamo crederci, spero che i ragazzi mi facciano un regalo.

Al di là dei segreti, comunque, sembra che Delneri non rinuncerà al suo solito 4-4-2. Il quartetto difensivo dovrebbe essere composto da SampirisiCaniniGranqvistAntonelli. A centrocampo c’è il dubbio Marco Rossi: il capitano si è allenato a parte a causa un affaticamento muscolare, dovrebbe farcela. In caso contrario il suo ruolo di esterno destro andrà a Piscitella, accanto a lui Kucka e Bertolacci centrali, con Vargas a spingere sulla sinistra. Davanti Borriello e Immobile, a meno che Delneri non decida all’ultimo di puntare su un più coperto 4-4-1-1, in quel caso sarà l’ex Pescara a far posto a Tozser.