Verso Torino-Inter: ecco l'identikit della squadra di Ventura

Verso Torino-Inter: ecco l’identikit della squadra di Ventura


Dopo tre stagioni di purgatorio in cadetteria, sei negli ultimi nove anni, il Torino è ritornato nella massima serie dalla porta principale, centrando la promozione diretta a braccetto col Pescara di Zeman.

La gioia per il ritorno in Serie A è stata però smorzata da un mercato mediocre, che vede in Cerci (vecchio pupillo di Ventura ai tempi del Pisa) e Sansone (19 gol l’anno scorso col Sassuolo, ndr) i due migliori colpi.

La società, nella persona del presidente Cairo e del ds Petrachi ha preferito, forse più per necessità che per scelta, mantenere l’intelaiatura della scorsa stagione.

La linea difensiva, la meno battuta della B con soli 28 gol al passivo, ha subito solo due modifiche, di stampo biancorosso; sia Gillet che Salvatore Masiello infatti facevano parte del Bari Spettacolo di Mister Ventura della stagione 2009/2010.

Darmian, Glik e Ogbonna completano il reparto; quest’ultimo è da considerarsi l’unico top player dei granata. Forza fisica, velocità, tecnica sopra la media, Ogbonna insieme a Ventura è cresciuto tantissimo a livello tattico diventando uno dei migliori difensori italiani.

In mediana un altro fedelissimo di Ventura, Gazzi, è affiancato da Matteo Brighi, autore di un gol nell’ultima sfida col Pescara.

Sugli esterni la scelta è ampia: Santana e l’ex nerazzurro Stevanovic hanno iniziato il campionato alla grande, Cerci e Sansone possono rappresentare due soluzioni più tecniche e offensive. L’ex Sassuolo potrebbe anche affiancare capitan Bianchi in attacco.

Il mancato arrivo di un altro pupillo barese di ventura, Barreto, rende il Toro una squadra molto corta nel reparto offensivo, con Sgrigna e Meggiorini ad alternarsi nel ruolo di seconda punta.

Nonostante qualche limite strutturale la squadra ha risposto bene nelle prime due uscite in campionato; 4 punti, 3 gol fatti e zero subiti. Un bottino conquistato però contro avversari, Siena e Pescara, che in questo momento sono i più seri candidati alla retrocessione.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy