Lo stile non si patteggia

Lo stile non si patteggia

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Si sarebbe difeso fino all’ultimo grado di giudizio con tutte le sue forze da quelle accuse infamanti. Così ci aveva promesso Antonio Conte, supportato dal suo presidente Andrea Agnelli, uno che con la giustizia sportiva ha un rapporto quantomeno complicato. Ma il prode Antonio ha deciso di fermare la sua difesa ancor prima di cominciarla. E’ bastato il deferimento per convincerlo a concludere quel patteggiamento che alla fine è stato rigettato, per volere della giustizia. Divina, più che sportiva.

“Il patteggiamento non è un’ammissione di colpa” è la frase che in questi giorni più spesso troverete scritta a tinte bianconere. Nulla da eccepire. Ma per chi aveva promesso di difendersi senza esclusioni di colpi da uomo libero è quantomeno un’ammissione di incoerenza. Non necessariamente è meno grave.

Seguendo alla lettera il canovaccio della volpe e l’uva, le critiche si spostano sul modus operandi della giustizia sportiva. Accusa chi ti accusa per smontare le accuse, una sorta di catenaccio legale all’italiana. Peccato che chiunque firmi un contratto da professionista del calcio sa che deve rimettersi alla volontà giudiziaria delle sue autorità. Avrebbe dovuto saperlo lo stratega Conte, quando si diceva pronto a percorrere tutti i gradi di giuidizio.

E’ affascinante notare la capacità degli orbitanti intorno al mondo bianconero di inondare col solito “stile-juve” anche beghe legali che per una volta non li riguardano. E’ vero che Conte ora è un tesserato della Juventus, ma al tempo dei reati in questione (almeno di quelli) non lo era. Che senso ha il complottismo e il senso di accerchiamento scaturito da fatti per cui non sono incriminati? Perché accanirsi in maniera tutt’altro che elegante con Palazzi che, a giudicare dai fatti, è stato fin troppo clemente con l’allenatore leccese?

Non ci occuperemo di cause, avvocati, tribunali e , soprattutto, giudizi. Chi parla di sport non dovrebbe mai farlo. Scriviamo solo dell’ennesima caduta dello stile-Juventus, questo sì indifendibile. Senza possibilità di patteggiamento.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy