La partenza di Maicon apre le porte all'arrivo di Debuchy dal Lille

La partenza di Maicon apre le porte all’arrivo di Debuchy dal Lille


Lo vedevi seminare il panico su quella  fascia, sfornare assist a ripetizione e mandare in gol i suoi compagni. Dopo Lucio, anche Maicon Douglas Sisenando è ormai destinato ad abbandonare la maglia nerazzurra. Una maglia che ha portato sempre con onore e orgoglio in giro per l’Italia, per l’Europa e per il Mondo.

4 scudetti, 2 Tim Cup, 3 Supercoppe italiane, una Champions League e un Mondiale per Club sono l’imponente bottino all’Inter di uno dei terzini più forti della storia del calcio.

Purtroppo nel vortice di questo strano mercato è finito anche lui, il “Colosso”. Penalizzanti sono state prestazioni non all’altezza della sua fama e un ingaggio non in linea con il restyling che sta attuando la società. Maicon, inseguito da anni dal Real Madrid di Mourinho, sembra invece essere promesso sposo del Chelsea.

I Blues infatti avrebbero offerto una cifra tra gli 8 e i 10 milioni più bonus, accontentando i vertici di mercato dell’Inter. Mourinho invece avrebbe rinunciato alla trattativa dopo il blocco del mercato imposto da Florentino Perez nei confronti dei giocatori con più di trent’anni.

L’addio di Maicon può dar finalmente il via al mercato in entrata anche per quanto riguarda le fasce. L’Inter ha già individuato il suo sostituto in Debuchy del Lille. Esterno francese di qualità, giovane e con un ingaggio non troppo elevato. Perfetto dunque per i nuovi parametri stabiliti dalla società. L’Inter ha recapitato un’offerta di 7 milioni più bonus, mentre il Lille ne vorrebbe 10: possibile un accordo intorno agli 8 milioni più bonus.

L’Inter dice addio a un grande giocatore. Maicon ha fatto la storia del club e, quando si dice addio a coloro che hanno dato vita ai sogni dei tifosi in Europa e nel mondo, resta inevitabilmente un po’ d’amaro in bocca.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy