Inter-Oaktree e l’annuncio di Antonello: c’è una priorità!

Il Ceo corporate dell’Inter è ha rilasciato alcune dichiarazioni nella cerimonia d’apertura del Festival della Serie A a Parma. 

Questo weekend, nella prestigiosa città di Parma, si terrà la prima edizione del Festival della Serie A, organizzato dalla Lega Serie A in collaborazione con regione Emilia Romagna e il comune di Parma. Una manifestazione in cui interverranno molti personaggi del calcio odierno e del passato, alla quale si aggiungeranno una serie di eventi aperti al pubblico. Il taglio del nastro è avvenuto in mattinata ed è stato affidato ad un pezzo grosso come Baggio.

In programma, nella giornata odierna, c’è anche l’assemblea generale della Serie A, alla quale parteciperanno tutti i dirigenti incaricati di ciascun club. Tra questi c’è anche Alessandro Antonello, CEO Corporate dell’Inter, che è stato intercettato ai microfoni dei colleghi di Radio TV Serie A. Alla manifestazione presente anche Giuseppe Marotta, nuovo presidente del club nerazzurro.

Antonello dà fiducia ad Oaktree, poi parla del nuovo stadio

Nelle ultime settimane, il club nerazzurro ha subito grandi cambiamenti a livello societario: dopo 8 anni alla guida del club, Steven Zhang ha lasciato l’eredità al fondo americano Oaktree, non riuscendo a restituire il prestito aperto nel 2021. Un passaggio che poteva avere effetti negativi sul club nerazzurro, ma che in realtà si sta riscontrando più che positivo, dopo la nomina di Marotta come Presidente. L’obiettivo è quello di dare continuità a quello costruito fino ad ora.

Antonello sul progetto stadio
Ausilio Marotta Antonello LaPresse spaziointer.it

A ribadirlo è il Ceo Corporate dell’Inter, Antonello, che ha lasciato alcune dichiarazioni durante il Festival della Serie A a Parma. Queste le sue parole sul cambio di proprietà:

Il passaggio di consegne è stato un momento di cambiamento, ma sempre nel segno della stabilità e continuità, con Oaktree che ha dato fiducia a me e al mio presidente Marotta, a cui faccio i complimenti. Questa è la base per poter ripartire nella nuova stagione con grande entusiasmo e provare a continuare a fare quello che abbiamo saputo fare quest’anno.

Antonello ha poi proseguito toccando il tema legato allo stadio, che per Inter e Milan sta diventando una vera e propria telenovela. L’incognita San Siro rimane, con i due club che sono intenzionati a crearsi lo stadio di proprietà.

Dobbiamo concentrarci sugli obiettivi a breve termine per la prossima stagione, ma concentrandoci anche sugli obiettivi strategici a medio-lungo termine come lo stadio. Progetti che avevamo già in mano, ma su cui ora puntiamo a dare un’accelerata.

Impostazioni privacy