Rinnovo Inzaghi, gesto a sorpresa del procuratore: è successo pochi minuti fa

Rinnovo Inzaghi, gesto a sorpresa del suo procuratore al termine dell’incontro con la società nerazzurra.

Nel corso di un incontro tra Tullio Tinti e la dirigenza dell’Inter, in Viale della Liberazione, si è discusso del rinnovo del contratto di Simone Inzaghi. Al termine di questa importante riunione, l’agente del tecnico ha rilasciato alcune dichiarazioni che hanno destato interesse e attenzione.

Non si è ancora giunti al rinnovo ma entrambe le parti sono fiduciose. Le dichiarazioni rilasciate da Tullio Tinti, procuratore di Simone Inzaghi, hanno acceso i riflettori sul futuro del tecnico e sulla sua stretta connessione con l’Inter. Le sue parole, emerse durante l’incontro con la dirigenza del club nerazzurro, lasciano intravedere un solido legame tra il tecnico e il club nerazzurro.

Rinnovo Inzaghi, Tinti: “Secondo me rimane fino al 2037!”

Il rinnovo di Simone Inzaghi è nell’aria e i tifosi nerazzurri non aspettano altro. Dopo la fine dell’era Zhang e l’avvento al ruolo dirigenziale di Marotta, l’Inter si ricostruisce e si rinforza con una grande certezza dal nome Simone Inzaghi. Oggi la dirigenza nerazzurra ha discusso con Tinti, procuratore del tecnico, per il rinnovo contrattuale.

Queste le parole di Tinti sul futuro di Inzaghi: “Stiamo parlando, secondo me rimane all’Inter fino al 2037!”, ha esordito Tinti con un tocco di ironia, lasciando intravedere un clima di positività riguardo al futuro di Inzaghi. “Siamo solo all’inizio. C’è buona volontà da entrambe le parti, ma c’è da lavorare. Per il momento nessuna tempistica, ci sentiremo”, ha aggiunto.

Inzaghi futuro
Rinnovo Inzaghi, le parole di Tinti (LaPresse) – spaziointer.it

Entrambe le parti sono a lavoro per trovare un accordo soddisfacente senza fretta e sotto il segno della collaborazione. Ma le parole di Tinti non si sono limitate al solo Inzaghi. “È appena cambiata la proprietà, quindi anche loro devono rendere conto”, ha aggiunto il procuratore. Non è facile, infatti, mettere la parola fine all’era Zhang, ma allo stesso tempo il nuovo corso con Marotta sembra partire con i giusti presupposti. Il rinnovo contrattuale di Inzaghi, quindi, è chiaramente legato anche ai cambi ai vertici che ci sono stati in società.

Su Aureo e Scalvini: “Audero? Hanno un riscatto entro il 14, può darsi, vediamo. Per quanto riguarda Scalvini, loperazione è andata benissimo. Rimarrà a Roma per la riabilitazione. Non ci voleva, è un ragazzo speciale che riesce a gestire queste cose nel migliore dei modi”.

Infine, un cenno anche a Bastoni: “Ha un contratto di 4 anni all’Inter, ha la maglia nerazzurra addosso.”, ha concluso Tinti, sottolineando l’attaccamento del difensore all’Inter e la sua importanza all’interno del progetto tecnico del club.

Impostazioni privacy