Inter, Dumfries addio: il sostituto costa 25 milioni

L’esterno olandese potrebbe partire indipendentemente dal discorso rinnovo, ma l’Inter ha già individuato il sostituto.

In Viale della Liberazione tutte le attenzioni possono ormai finire sul mercato. Dopo aver terminato una stagione che ha portato tante soddisfazioni e due trofei, l’Inter è finita nell’occhio del ciclone a causa del cambio di proprietà. Le precedenti, sono state settimane condite da incertezza e dubbi sul futuro, in parte domati dalla nomina, da parte del Consiglio di Amministrazione nerazzurro, di Giuseppe Marotta come presidente. A tranquillizzare ulteriormente l’ambiente interista sono stati i passi avanti sulle trattative per i rinnovi di Lautaro Martinez e Nicolò Barella.

Ma quella della prossima stagione sarà un’annata impegnativa, con ben 5 competizioni da affrontare e cercare di conquistare. Proprio per questo il board interista sta operando in ottica mercato in modo da tenere alta la qualità della squadra, integrando nuovi giocatori e cedendo coloro che non fanno più parte del progetto. Parlando proprio di mercato in uscita, sono alla porta Arnautovic e Sanchez, con Sensi e Klassen che non verranno confermati. Inoltre, tiene banco la questione Dumfries, di cui il futuro all’Inter rimane molto incerto.

Inter, piace Ndoye per sostituire Dumfries, ma occhio al prezzo

Nell’edizione odierna del Corriere dello Sport, è stata confermata la richiesta di informazioni su Dan Ndoye del Bologna da parte dell’Inter. La causa è proprio la situazione che riguarda Denzel Dumfries: l’olandese ha il contratto in scadenza nel 2025 e il suo entourage non ha ancora trovato un accordo con la società per il rinnovo di contratto. Nel caso di un mancato rinnovo, il numero 2 nerazzurro potrebbe dunque essere ceduto, lasciando lo spazio per l’acquisto di un suo eventuale sostituto.

Inter, individuato il sostituto di Dumfries
Dan Ndoye, esterno svizzero del Bologna che piace all’Inter -LaPresse – spaziointer.it

Ndoye è arrivato la scorsa estate al Bologna dal Basilea, per una cifra pari a 9 milioni di euro. Ora la società rossoblù ne chiede addirittura 25 per il cartellino del classe 2000. Una cifra che sicuramente non va incontro alle esigenze di mercato dell’Inter, che per l’ennesima volta dovrà affrontare il mercato con un budget risicato. La situazione si complica ulteriormente se si pensa che il club punterebbe ad incassare una trentina di milioni dalla cessione di Dumfries.

Visto il giocatore, Ndoye potrebbe essere considerato anche una pedina per l’attacco, ma i soli 2 gol realizzati in stagione paiono troppo pochi. Il giocatore nativo di Nyon rimane intanto solo un’idea, con l’Inter che prima dovrà capire cosa fare con Dumfries.

Impostazioni privacy