Inter, nome nuovo per la presidenza: c’è l’approvazione di Oaktree

La nuova proprietà dell’Inter si appresta a prendere le redini del club, c’è anche un nuovo nome per il prossimo presidente.

Quella di ieri è stata una giornata molto intensa per la nuova proprietà nerazzurra, che ha trascorso undici ore dentro alla sede di viale della Liberazione per un primo “tour” negli uffici dell’Inter. I nuovi proprietari sono entrati nella sede del club nerazzurro intorno alle 9.20 del mattino e l’hanno lasciata in serata.

Con Alejandro Cano, manager impegnato in primo piano nella gestione del club, c’erano anche Katherine Ralph, collega per la parte legale e residente a Milano, insieme ad altre due figure italiane del fondo americano: Roberto Meduri dell’area “Opportunies” e Carlo Ligori, specializzato nel settore investimenti. Nel pomeriggio, poi, i manager sono stati raggiunti anche da Simone Inzaghi.

Inter, nuovo presidente: salgono le quote di Marchetti

Oggi è prevista la visita dell’area corporate, che verrà presentata dall’altro a.d. Alessandro Antonello. In più, è prevista la presentazione con il resto dei lavoratori della sede. L’idea dei manager di Oaktree è quella di essere presenti in sede tutte le settimane, per almeno 2-3 giorni.

Inter, nuova proprietà a Milano
Oaktree, visita nella sede dell’Inter in attesa del nuovo presidente (ansafoto) – spaziointer.it

Poi, si avvicinerà la data dell’assemblea dei soci convocata da Zhang e nascerà il nuovo organo di governo con i direttivi di Oaktree nel CdA. Infine, ci sarà da scegliere il nuovo presidente, che potrebbe essere Carlo Marchetti. Si tratta di un notaio milanese di fede interista, seduto in Consiglio già nell’ultimo triennio in quota fondo americano.

Ci sarà anche nel nuovo CdA, ma potrebbe avere anche un ruolo di garanzia. Questa opzione non dispiacerebbe né al management italiano né a quello di Oaktree. Il fondo californiano avrebbe considerato Carlo Marchetti come il volto giusto a cui affidare le redini della presidenza nerazzurra.

Il fondo americano è entrato con cautela tra le file del club nerazzurro, palesando delle idee gestionali più che chiare. La volontà di Oaktree e quella di garantire all’Inter una stabilità operativa e finanziaria. Un altro passo che il fondo vorrebbe muovere nel bene suo e della società nerazzurra riguarda la questione stadio, che potrebbe attirare nuovi finanziatori.

Oaktree ha tutte le intenzioni di guidare l’Inter verso una crescita sostienile e di grande successo. L’obiettivo, infatti, è quello di dare vita ad una gestione societaria più virtuosa rispetto alle precedenti, in modo da consolidare la presenza del club nerazzurro ai vertici del calcio mondiale in maniera finanziariamente sana e duratura nel tempo.

Impostazioni privacy