Inter, due profili in pole per la difesa: sondaggi iniziati

La dirigenza nerazzurra è al lavoro per la prossima stagione, partita la ricerca per un nuovo difensore centrale.

L’Inter di Simone Inzaghi ha chiuso la stagione con due trofei e con una stella in più sul petto, dimostrando di essere attualmente la miglior squadra d’Italia. I nerazzurri non si sono mai nascosti e hanno sempre dichiarato l’obiettivo scudetto, che alla fine è arrivato a pieni meriti.

Non c’è stata rivale che abbia impensierito l’Inter per la vittoria di questo ventesimo scudetto e i numeri parlano chiaro: 94 punti in classifica, 89 gol segnati e 22 subiti. L’Inter ha il miglior attacco e la miglior difesa di tutto il campionato, con un netto distacco rispetto alle altre. La solidità difensiva è merito di Bastoni – eletto miglior difensore del campionato – di Pavard, ma anche di Acerbi, protagonista nelle ultime due stagioni.

La carta d’identità dell’ex difensore di Milan e Lazio, tuttavia, dice che il giocatore ha compiuto 36 anni lo scorso 10 febbraio. Inoltre, specie nel finale di stagione, il difensore ha dovuto fare i conti con i problemi al polpaccio e con la pubalgia, che potrebbe condizionare anche l’inizio della prossima stagione. L’Inter deve pensare al futuro e ha già cominciato a cercare un nuovo difensore per la prossima stagione.

Mercato Inter, due nomi per la difesa

Se Acerbi avrà bisogno di rifiatare più spesso, c’è un altro difensore che invece potrebbe lasciare Milano in estate: si tratta di Stefan De Vrij. Il contratto del 32enne olandese è in scadenza a giugno 2025 – così come quello di Acerbi –  e l’Inter potrebbe pensare ad una cessione per non perderlo a parametro zero l’anno prossimo.

Insomma, la dirigenza nerazzurra dovrà sistemare le cose in difesa e per questo è già al lavoro per un possibile colpo. Secondo la Gazzetta dello Sport, sarebbero due i profili che l’Inter starebbe seguendo maggiormente per rafforzare la difesa: Jaka Bijol e Oumar Solet.

Inter al lavoro per rafforzare la difesa
Mercato Inter, due profili per la difesa del futuro (LaPresse) – spaziointer.it

Il difensore sloveno dell’Udinese, ha saltato metà della seconda parte di stagione a causa della frattura del piede, ma è tornato a disposizione nel mese di aprile. Il 25enne ha dimostrato di essere un centrale affidabile e l’età gli permette di migliorare ancora. Il suo contratto scadrà nel 2027 e l’Udinese lo valuta 15-20 milioni, ma l’Inter cercherà di ammortizzare la cifra con una contropartita tecnica.

Per quanto riguarda Solet, invece, la spesa potrebbe essere inferiore. Il difensore del Salisburgo ha un contratto in scadenza nel 2025 e non è intenzionato a rinnovare. Il francese ha 24 anni ma ha già giocato in Champions League ed è pronto al grande salto. Col rischio di perderlo a zero l’anno prossimo, la squadra austriaca non pretenderà più di una decina di milioni.

Impostazioni privacy