Inter, ore caldissime: si rischia la battaglia legale

Continua a tenere banco il nodo da sciogliere relativo alla situazione societaria, giornata di oggi decisiva

Quello che colpisce di Steven Zhang è la calma serafica, propria probabilmente del mondo orientale, trasmessa ai dirigenti di Viale Liberazione in giorni, per usare un eufemismo, tutt’altro che sereni per il mondo Inter.
Il presidente dovrà riuscire ad uscire indenne ad un “gioco delle tre carte” in cui, tra i possibili scenari, c’è la paralisi societaria, una situazione spiacevole all’alba di una nuova sessione di mercato.

Se i risultati, conquistati sul campo, hanno dimostrato come la squadra nerazzurra sia solida dal punto di vista tecnico e tattico ciò non può dirsi dal punto di vista societario, l’Inter si trova in un mare forza 9 e, al momento in cui scriviamo, questa burrasca non sembra orientata verso una calma, neanche apparente.

Inter: ore decisive per l’accordo con Pimco ma Oaktree spaventa

Almeno in linea teorica è fissata per oggi la deadline relativa all’accordo tra Zhang e Pimco che ha per oggetto un prestito triennale, per la società nerazzurra, di 430 milioni di euro.
Questa cifra è necessaria per Zhang per poter liquidare il fondo Oaktree che nel 2021 aveva concesso all’Inter una cifra pari a 275 milioni di euro e a cui va restituita, entro lunedì 20 maggio, la cifra di ben 375 milioni.

Procedono spedite le trattative tra Zhang e Pimco: secondo l’agenzia Bloomberg ci sarebbe ancora distanza tra le parti circa alcune condizioni dell’accordo, tuttavia Zhang ha bisogno di Pimco per non perdere l’Inter e per forza di cose una quadra si troverà tra le parti.

Zhang, in bilico tra Pimco e Oaktree
Ore decisive per il presidente nerazzurro e per il futuro dell’Inter (ansa) SpazioInter.it

Ci si chiede allora quale sia il problema, i tempi stretti? Sicuramente possono essere un fattore, oggi è l’ultimo giorno lavorativo, almeno in teoria, ma a spaventare davvero è la posizione assunta da Oaktree.
Il fondo sta cercando di utilizzare tutti i mezzi a sua disposizione per ostacolare la chiusura dell’accordo tra l’Inter e il nuovo finanziatore.
I rapporti tra Oaktree e l’Inter sono ai minimi storici, come confermato dall’ANSA: “Oaktree sta ora cercando di sfruttare ogni mezzo per rafforzare la propria posizione negoziale ed ostacolare la chiusura dell’accordo con il nuovo partner”.

Quali possono essere i possibili scenari? In linea teorica e agendo sul campo delle probabilità potremmo parlare di tanti obiettivi che potrebbero essere nei pensieri di Oaktree ma attenendoci ai fatti l’Inter dovrà, entro lunedì 20 maggio, versare la cifra dovuta al fondo. Nel caso in cui ci si protragga oltre tale limite Zhang dovrà accettare il rischio di una probabile battaglia legale le cui conseguenze potrebbero andare a sottrarre la società dal presidente del ventesimo scudetto nerazzurro.

Impostazioni privacy