Frattesi non ha dubbi: “Ci riproveremo”, poi sulla Nazionale

Il centrocampista nerazzurro è stato intercettato alla serata del Premio Gentleman: le parole sulla stagione in nerazzurro e sulla Nazionale italiana. 

Davide Frattesi è stato acquistato la scorsa estate dall’Inter per 6 milioni di euro con un prestito oneroso: a febbraio, è scattato l’obbligo di riscatto da parte della società nerazzurra, che la prossima estate dovrà versare nelle casse del Sassuolo altri 27 milioni di euro. L’ex centrocampista neroverde, dunque, si è legato all’Inter fino a giugno 2028.

Nonostante Inzaghi lo abbia utilizzato per la maggior parte delle volte a partita in corso, Frattesi si è fatto sempre trovare pronto: il centrocampista nerazzurro, in questa Serie A, è sceso in campo da titolare solamente per cinque volte, ma è il quarto miglior marcatore della rosa nerazzurra, con 8 gol messi a segno, di cui 6 in Campionato. Nonostante il poco minutaggio, quindi, Frattesi risulta uno dei migliori centrocampisti in Italia.

Le numerose panchine potevano far pensare che Frattesi non fosse pronto per giocare con la maglia nerazzurra, ma i numeri dicono tutt’altro. Il centrocampista italiano è stato fondamentale anche nella conquista dello Scudetto, con alcuni gol decisivi: il più importante di fronte il pubblico di San Siro durante la partita contro l’Hellas Verona.

Frattesi, la promessa ai tifosi dell’Inter

Davide Frattesi ha rilasciato alcune dichiarazioni prima di partecipare alla serata del Premio Gentleman – Fair Play, dove tra i candidati c’è anche il capitano nerazzurro Lautaro Martinez. Queste le parole del centrocampista nerazzurro, che ha voluto ringraziare fortemente i tifosi:

Campioni d’Italia? Non vedi che sorriso, stiamo davvero bene. 

Inter-Lazio? L’entusiasmo dei tifosi attorno alla squadra è qualcosa di incredibile, non lo scopriamo di certo adesso, ma lo sappiamo da inizio campionato. Un grande grazie va a loro, che ci hanno accompagnato per tutta la stagione.

Frattesi e la promessa ai tifosi
Frattesi LaPresse spaziointer.it

Poi sulla stagione con la maglia nerazzurra e il gruppo, arrivato a conquistare il 20° Scudetto della storia nerazzurra:

La differenza l’ha fatta il gruppo, siamo entrati tutti subito in sintonia, quando hai un gruppo così superi con serenità anche i momenti di difficoltà. 

Non titolare ma decisivo? Con il lavoro e lo spirito di sacrificio si arriva dappertutto, poi ci vuole anche un po’ di fortuna. 

Poi la promessa ai tifosi dell’Inter:

Per la Champions c’è un po’ di rammarico, ma l’anno prossimo ci riproveremo. 

Infine sulla Nazionale, che tra poco sarà impegnata con gli Europei in Germania:

Per me questa è una grande soddisfazione, vuol dire che nell’anno si è lavorato bene e cercheremo di regalare emozioni. 

Impostazioni privacy