Serie A, l’Inter insidia la Juventus: doppio record in vista

Ancora un piccolo sforzo per raggiungere la seconda stella, ma non solo. Nel finale di stagione l’Inter insegue due record della Juventus.

Udinese-Inter chiude la 31esima giornata. La capolista cerca altri tre punti che la porterebbero a toccare con mano la seconda stella, che potrebbe arrivare nel giro di due settimane. I calcoli in casa nerazzurra sono già iniziati da tempo e la prima occasione per raggiungere la matematica è il derby del 22 aprile. Lo scenario migliore per i tifosi interisti passa prima dalla “Udinese Arena” e successivamente dal match casalingo di settimana prossima contro il Cagliari.

Un doppio impegno in cui servirà il bottino pieno per arrivare alla stracittadina con la ghiottissima chance di mandare k.o. i “cugini” e aggiudicarsi il 20esimo scudetto. Molti interpreti della banda di Inzaghi hanno frenato l’entusiasmo, dichiarando che ciò che conta è la sostanza, non il come o il quando. Da qui a fine stagione, inoltre, ci sono in palio vari record che l’Inter può raggiungere

Il primo traguardo è singolo e appartiene a Simone Inzaghi. Con la vittoria del campionato, ormai alla portata, il tecnico supererebbe Josè Mourinho per il numero di trofei in nerazzurro. Come riporta Sport Mediaset, lo Special One e l’ex Lazio sostano a quota cinque. Lo scudetto sancirebbe lo stacco del “Normal One”, che salirebbe al terzo posto solitario alle spalle di Mancini Herrera (a quota 7).

Inter, quanti record in palio: parte l’inseguimento alla Juventus

A livello collettivo, invece, appare difficile, ma non impossibile, il record di punti stabilito dalla Juventus nella stagione 2013/2014. Agli ordini di Antonio Conte i bianconeri raggiunsero i 102 punti. Per eguagliare la Vecchia Signora, Lautaro e soci dovrebbero fare bottino pieno negli ultimi otto impegni in Serie A.

Inzaghi insegue il record di punti
Inzaghi vuole più primati nella storia della Serie A (LaPresse) – spaziointer.it

La Juventus 11/12 e 15/16 sono inoltre le due squadre nel mirino per un altro primato, quello delle reti subite. Nelle due stagioni citate Madama subì solamente 20 gol, sei in più rispetto all’attuale InterSommer dovrà chiudere la saracinesca e mantenere l’etichetta di “mister clean sheet”. 

Un risultato raggiungibile già da stasera concerne invece le reti siglate nel maggior numero di partite consecutive. Dalla prima giornata la truppa di Inzaghi ha sempre timbrato il cartellino, eguagliando la formazione bianconera di dieci annate fa. Record che può essere raggiunto questa sera ad Udine in caso i nerazzurri insaccassero il pallone nella porta di Okoye almeno una volta.

Ultimo nastro da tagliare risponde alla voce “successi in trasferta”, primato che al momento appartiene al Milan 2020/2021, compagine che arrivò a 16 vittorie esterne. Per agganciare i “cugini” necessarie quattro affermazioni lontano dalle mura amiche nelle prossime cinque, il che significa cinque su cinque per superare il Diavolo.

Qualche record, con ogni probabilità, sarà raggiunto, mentre qualcun’altra no. A prescindere da ciò, questa Inter difficilmente verrà dimenticata. Mancano solo pochi passi per entrare di diritto nella storia.

Impostazioni privacy