Inter Buongiorno, la volontà è chiara: trattativa aperta?

Continuano le voci che accostano l’attuale capitano del Torino all’Inter nella prossima stagione, ma il costo è elevato.

In casa Inter occhi puntati sulla sfida di questa sera al “Bluenergy Stadium” di Udine dove, alle 20:45, ci sarà lo scontro tra l’Udinese di Cioffi e l’Inter di Simone Inzaghi. Il tecnico di Piacenza sembra intenzionato a presentarsi in campo con l’11 più competitivo possibile, in modo da trovare 3 punti che rappresenterebbero un altro tassello alla vittoria dello Scudetto. Una seconda stella che i tifosi sognano di cucire sul petto in occasione del derby della Madonnina in programma lunedì 22 aprile.

Proprio in seguito alla vittoria dello Scudetto, Simone Inzaghi si siederà al tavolo per il suo rinnovo di contratto fino al 2027 con adeguamento dell’ingaggio. E un regalo in più per il tecnico nerazzurro potrebbe essere il difensore del Torino Alessandro Buongiorno. Va ricordato che la società di Zhang si era già mossa la scorsa stagione per il capitano dei granata, che però aveva deciso di rimanere ai piedi della Mole Antonelliana.

Calciomercato Inter: Buongiorno vuole i nerazzurri

Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, Buongiorno avrebbe voglia di Inter. Secondo il quotidiano infatti, durante l’ultima tournée negli Stati Uniti della Nazionale italiana, il difensore avrebbe trasmesso un certo interesse riguardante un suo trasferimento in nerazzurro. Per Buongiorno si tratterebbe dunque del salto definitivo in una grande squadra, con la possibilità di mettersi in mostra anche nel panorama europeo.

Inter, news sulla trattativa per Buongiorno
Alessandro Buongiorno, difensore del Torino – LaPresse – spaziointer.it

La notizia ha fatto piacere al ds Marotta e ad Ausilio, che avevano già all’interno dei radar il nome del difensore del Toro. L’obiettivo della dirigenza nerazzurra è trovare un sostituto per Acerbi e De Vrij, sui quali pesa l’età anagrafica. L’idea di Inzaghi, che gradirebbe l’arrivo del difensore classe 2000, sarebbe quella di sfruttare l’esperienza del suo fedelissimo Acerbi, che potrebbe insegnare tanto a Buongiorno per il primo anno a Milano.

L’ostacolo maggiore per arrivare al difensore granata è però il prezzo del suo cartellino. Cairo valuta il suo capitano 40 milioni di euro e per questo la Beneamata valuta diversi giocatori da inserire come contropartita tecnica. I nomi più papabili sono quelli di Francesco Pio Esposito (il terzo fratello ora in prestito allo Spezia in Serie B), Satriano (ora in prestito al Brest) o Oristanio (attualmente al Cagliari).  Nel caso in cui la trattativa con Buongiorno non vada in porto, la dirigenza interista valuta i nomi di Beukema del Bologna, Bijol dell’Udinese e Schuurs del Torino.

Impostazioni privacy