Caso Acerbi, Farris fa chiarezza: l’ha detto sulla decisione di Inzaghi

Massimiliano Farris, vice di Inzaghi, ha parlato ai microfoni di DAZN, tornando sul tema Acerbi e analizzando la partita con l’Empoli.

L’Inter ha trionfato anche nella serata di pasquetta. I nerazzurri hanno avuto la meglio di un Empoli mai domo, un Empoli che ci ha provato con i propri mezzi. Tuttavia i tre punti, come per quasi tutta la stagione, sono rimasti a Milano. Così il Biscione ha fatto una altro passo verso la seconda stella e lo Scudetto, riportandosi a +14 sul Milan.

Inter-Empoli, parla Farris

Nel post gara di San Siro Massimiliano Farris, vice di Inzaghi, ha parlato ai microfoni di DAZN, toccando diversi temi. Farris ha parlato di Barella, Lautaro Martinez, Acerbi e di Scudetto.

Farris dopo Inter-Empoli
Inter-Empoli, Farris parla di Acerbi (LaPresse) – SpazioInter

Farris è partito dalla prestazione di Barella:

È una stagione di altissimo livello per Barella, che è rientrato ancora meglio dopo il gol in Nazionale. Le parole per lui valgono per tanti. La squadra ha gestito bene il primo tempo, ma come staff ci è sembrato meglio il secondo. I cambi ci hanno dato una grande mano.

Dopodiché il vice di Inzaghi è tornato sul tema Acerbi:

È chiaro che l’ultima decisione la prenda il mister. Acerbi è rientrato dopo un bel tumulto. Abbiamo aspettato fino al rientro per poter parlare, quando lui ci ha detto di non aver detto la frase razzista. Tutti ci siamo schierati al suo fianco. Conosco Acerbi dalla Lazio e so che non è razzista. È stato un brutto episodio, ma speriamo che ormai sia chiuso.

Quindi Farris ha analizzato la partita dal punto di vista tattico, con un focus sui difensori:

Vuol dire che i ragazzi hanno qualità. Noi diamo lo spartito, ma loro suonano lo strumento e lo fanno bene. Sta funzionando tutto molto bene. Il palo di Bastoni nasce da un dai e vai. È un lavoro di squadra che funziona, poi segna Dimarco piuttosto che un altro difensore va benissimo. Sappiamo quanto abbia addosso la maglia dell’Inter ed il gol ci rende orgogliosi.

Poi è venuto il momento di parlare di Lautaro Martinez:

Lautaro è arrivato dalla trasferta più lunga, c’era stanchezza. Si è sempre messo a disposizione, è il vero capitano dentro lo spogliatoio. Ci sta che possa avere una partita di appannamento. È vero che non ha segnato, ma il lavoro che fanno lui e Thuram ci dà una grandissima mano. Oggi è arrivato un gol di un difensore e di un attaccante, con la mano di chi è entrato a partita in corso.

Nel finale Farris ha chiuso parlando di Scudetto:

Tutti (ride, ndr). Onestamente non abbiamo mai parlato di scegliere la partita Scudetto. I numeri sono sotto gli occhi di tutti, ma non basta. Personalmente lavorare con i ragazzi della difesa fa piacere non subire gol, ma non dipende solo da loro. Abbiamo solo in testa di vincere lo Scudetto il prima possibile.

Queste le parole di Farris nel post gara di Inter-Empoli, dopo che Inzaghi ha lasciato spazio al suo vice su DAZN per mancanza di voce.

 

Impostazioni privacy